Home / Viaggi / Gli italiani e la nuova geografia del turismo

Gli italiani e la nuova geografia del turismo

Nell’ultimo articolo vi abbiamo parlato delle istruzioni per viaggiare meglio nel Sud-est asiatico, oggi invece affrontiamo un argomento più generale, che è diventato particolarmente palese negli ultimi due anni: il cambiamento della geografia dei viaggi.

Gli eventi geopolitici e il conseguente timore di spostarsi e raggiungere luoghi mete istituzionali di vacanza, hanno ridefinito le mete e i gusti dei viaggiatori. Nonostante tutto, il turismo continua a crescere come sostiene Mara Manente, direttore del Ciset, il centro ricerche specializzato in analisi turistica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

“Non si rinuncia alla città d’arte perché nel mirino, ma si scelgono centri culturali meno affollati come Siviglia o Lisbona e non si rinuncia al Mediterraneo ma invece di Tunisia, Egitto o Turchia si riscoprono Italia, Spagna e Grecia”.

Ciset rileva anche che quest’estate tre turisti su quattro rimarranno in Europa, mentre l’ente del turismo prevede 489 mila arrivi negli Stati Uniti e nei mari più belli del mondo di Caraibi, Maldive, Seychelles. Anche il Giappone ha visto aumentare le visite degli italiani nel 2015 del 28%.

A testimonianza che gli italiani continuano a viaggiare e a girare il mondo, anche i dati dell’Osservatorio Viaggi di Segugio che raccoglie tutte le richieste di assicurazione definite in base alla struttura del viaggio.

Tornando a noi, le rilevazioni di aprile dicono che le richieste principali riguardano destinazioni in tutto il mondo, incluso il Nord America: il 48,5% delle polizze avrebbero come oggetto proprio questa formula allargata, in crescita rispetto agli ultimi sei mesi – da ottobre 2015 fino allo scorso marzo – che avevano visto prevalere le destinazioni di tutto il mondo, ma escluso il Nord America. A seguire troviamo con il 31,8% proprio la formula ‘tutto il mondo’ ma che esclude il Nord America, quindi l’Europa con il 20,2% e con un esiguo 2,2% l’Australia e la Nuova Zelanda.

Riguardo alla durata, gli italiani assicurano prevalentemente i viaggi dai 15 ai 21 giorni: sono il 28,1% delle assicurazioni richieste, mentre la durata 11-14 giorni copre una percentuale del 17,1%. Segue il periodo 4-7 giorni con il 16%.

Si assicura soprattutto chi viaggia in coppia, o comunque in due: sono il 41,7% delle polizze rilevate, dato in crescita rispetto ai tre mesi precedenti dell’anno, quando ci si era fermati a un 38,3%. Seguono le assicurazioni stipulate sulla singola persona con il 33,8% e quelle su tre viaggiatori con il 9,7%.

Il dato sull’età degli assicurati vede ancora una volta la crescita delle polizze stipulate per i bambini e i neonati: sono il 14,2% in aprile, contro il 13,6% del trimestre gennaio-marzo.

La maggior parte delle assicurazioni, il 76,4%, riguarda la fascia d’età dai 18 ai 64 anni e solo il 7,3% adulti dai 65 ai 74 anni.

Per chi si appresta a fare un viaggio, è bene ricordare che fare un’assicurazione contro disagi, danni o incidenti costituisce un passo fondamentale. Con Segugio.it è possibile partire assicurati e senza pensieri grazie all’assicurazione viaggio più competitiva del web offerta dal partner AIG Europe Limited, compagnia leader nel settore viaggi.

Per avere un’idea dei costi di una polizza, l’Osservatorio riporta una simulazione effettuata su un soggetto di età compresa tra i 18 e i 64 anni che assicura un viaggio singolo della durata di 20 giorni con una polizza Travel Guard di AIG, acquistabile sempre sul portale del comparatore. Il prezzo medio giornaliero è stato ottenuto dividendo il costo complessivo dell’assicurazione per la durata del viaggio.

La formula base include assistenza, rimpatrio, spese mediche all’estero in caso di infortunio o malattie, con un massimale di 20.000.000 euro. Il costo è di 1,76 euro al giorno se si viaggia in Europa e arriva a 3,22 euro per viaggi in tutto il mondo incluso in Nord America.

La copertura Argento include, oltre alle coperture dell’assicurazione base, anche annullamento o interruzione del viaggio per malattie o infortunio, bagaglio ed effetti personali in caso di smarrimento, furto o danneggiamento, responsabilità personale, mancata partenza, smarrimento dei documenti di viaggio. Il costo è a partire da 1,94 euro in media al giorno se si viaggia in Europa e arriva a 3,54 euro per viaggi in ogni parte del mondo, Nord America incluso.

La copertura Oro aggiunge alle garanzie della precedente quella in caso di abbandono del viaggio o di ritardo della partenza. Inoltre include la diaria giornaliera in caso di ricovero. Si parte da un costo giornaliero di 2,08 euro per chi viaggia in Europa e si arriva a un costo medio massimo di 4,12 euro per qualsiasi destinazione nel mondo, Nord America inclusa.

E in ultimo la copertura Platino, che offre assistenza per gli amici, cani e gatti, lasciati a casa in caso di ritardo nel rientro, oltre alla messa in sicurezza del domicilio per effrazione durante il viaggio. Il prezzo giornaliero va dai 2,39 euro per viaggi a corto raggio ai 4,52 euro per viaggi di lungo raggio, Nord America incluso.

Su Segugio.it, inoltre, è possibile trovare il volo più economico per partire grazie all’incredibile fiuto del Ministro del Risparmio. Cosa state aspettando? Fate subito un preventivo, non ve ne pentirete e il vostro portafoglio vi ringrazierà!


 



Leggi Anche

Meteo: WEEKEND parte MALE, subito FREDDO ovunque con …

Ultimi temporali nel corso del weekendIl Weekend di Sabato 23 e Domenica 24 Giugno partirà …