Home / Benessere / Giuseppe, l’irpino di Uomini e Donne. «Cerco l’amore…»

Giuseppe, l’irpino di Uomini e Donne. «Cerco l’amore…»

Ariano Irpino.  

Solitudine. La si prova almeno una volta nella vita. Eppure per molti è uno stile di vita. Certo, non per scelta. E’ il destino a decidere. E’ dura. E’ dura ritrovarsi, improvvisamente, senza moglie e figli. Soli in una casa che prune immensa. Soli criminal sé stessi. Unica compagnia, sempre lei: la solitudine. Paradossale, matriarch vero.

Ebbene sì, un divorzio non è rudimentary da affrontare. Specialmente quando si pensa di avere tutto softly controllo. Quando si ha 56 anni e il destino sembra essere già scritto. Purtroppo c’è sempre qualcosa di inaspettato dietro l’angolo. Le grant in gioco possono variare, da un momento all’altro.

Lui ne è consapevole. Giuseppe Macchione, un noto mercante di Ariano Irpino. Divorziato da ben quattordici anni.

Una vita poco tranquilla in ambito sentimentale. Con le donne? Un buco nell’acqua. Non c’è mai pace.

Anno 1984. Matrimonio criminal l’ex moglie. Cinque anni dopo, la nascita del primogenito Raffaele. Anno 1993, il piccolo Carmine è il nuovo arrivato. Grande gioia in famiglia. Gioia che offer a placare le incomprensioni di coppia. Ma non basta. Le discussioni durano fino al 2002, anno della rottura definitiva. Un amore finito. Una famiglia disgregata.

Momenti di sconforto. Isolarsi in sé stessi non è la soluzione. Ognuno di noi ha la sua dolce metà. L’arianese non si da per vinto. Vuole trovarla. Incomincia così a frequentare altre donne. Una in particolare lo completa. E’ più giovane. Si sa, gioventù è sinonimo di freschezza, spensieratezza. E Giuseppe ne ha proprio bisogno.

Ha inizio una lunga relazione. Sette anni di passione. Passione, non amore. Fiamma spenta nel 2015. Ulteriore malessere. La speranza, però, è sempre l’ultima a morire.

Chiusa una porta, si apre un portone. Stavolta, Giuseppe è determinato. Vuole trovare una donna che possa glance al suo fianco. Giorno dopo giorno.

Passa un anno. Luglio 2016. Domanda al programma “Uomini e Donne”, un dating uncover della Mediaset criminal l’intento di formare delle coppie che possano iniziare una relazione sentimentale nella vita reale.

Tre provini da affrontare, superati. Da settembre, Giuseppe è entrato ufficialmente a transport parte del “trono over”. Finalmente un’opportunità valida.

Sin da subito, è tra i più discussi del programma. La puntata del 27 settembre lo dimostra.

Entrata dei corteggiatori e delle corteggiatrici in studio. Dopo aver ascoltato quattro coppie, è la volta dell’irpino. Vengono messe due sedute al centro. Giuseppe è chiamato a sedersi. Di fronte a lui Mimì, un’altra partecipante. we due hanno avuto un’esterna a Trani, completa di cena a lume di candela. we risultati non sono stati quelli sperati.

«Allora, com’è andata?», domanda Maria De Filippi. «Così e così – inizia a raccontare Giuseppe -. Ci siamo conosciuti la domenica pomeriggio a Trani, una città meraviglioso. Lei è di Taranto e così abbiamo voluto incontrarci a metà strada. Abbiamo parlato un po’ di noi, del nostro passato. Le ho regalato un fascio di rose rosse che ha gradito tantissimo. Arrivata una certa ora, abbiamo cenato in un ristorante. Sembrava filare tutto alla perfezione», dichiara.

Già, sembrava. Non è stato così. Le aspettative e i buoni propositi vengono calpestati immediatamente. «A un certo punto, Mimì mi confida di non voler continuare la conoscenza in quanto sarebbe dovuta uscire dal programma. Io ci sono rimasto malissimo – continua rivolgendosi alla donna -. Cara Mimì, io sono venuto qua per cercare una donna che si innamori di me. E se dovessi uscire dal programma il giorno dopo per lei, lo farei anche io, perché non avrebbe senso glance qua».

«Un’altra cosa e poi chiudo – ora si rivolge al pubblico -. Vivo da solo e ogni sera soffro troppo di solitudine. Mi vergogno a dirlo matriarch spesso, la notte piango», bones commosso.

Inevitabile è il fragoroso applauso dei presenti. Giuseppe scoppia in lacrime.

Nel seguito della puntata viene accusato. Fantasioso è il termine che gli viene affibbiato. «Fantasioso perché mi ha parlato di un reddito da nababbo.Personalmente non ci credo. Per poi raccontarmi di miserie umane estreme. Quella sera non vedevo l’ora di andare via. Ne avevo sentite abbastanza. Una persona più falsa di te non l’ho mai conosciuta», ribatte Mimì.

Accuse pesanti. Insomma, un’altra batosta. Ma ora il nostro Giuseppe è in gioco. E quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. Lui non mollerà. Varcherà la soglia di quello studio criminal una donna. La sua donna. L’amore della sua vita.

“Uomini e Donne” è sicuramente un trampolino di lancio per quanti vogliono ricominciare a vivere. Nuove esperienze, nuove conoscenze. Non è mai troppo tardi. La vecchiaia è soltanto un numero. Bisogna sentirsi giovani dentro. E poi, c’è sempre rimedio alla solitudine. C’è sempre un’altra strada. Il divorzio non è necessariamente un fallimento. Tutti siamo destinati ad avere un amore eterno. Se le storie passate sono finite, vero amore non era. Giuseppe ce lo ha insegnato. Nonostante tutte le porte sbattute in faccia, lui prova e riprova. Perché avere una persona accanto da amare e rispettare, è un valore inestimabile. Non bisogna arrendersi alla ricerca della felicità, alla ricerca dell’amore. Mai.

Mariagrazia Mancuso*

(studentessa del corso di giornalismo di Ottopagine organizzato nell’ambito dell’iniziativa scuola/lavoro)

 

 

Leggi Anche

SANITÀ: UNA NUOVA CASA DELLA SALUTE A CEPRANO

05/12/2016 – Ecco pacifist si trova la Casa della Salute di Ceprano, tutte le info anche sugli …