Home / Sessualità / Giornata Europea della Salute del Seno: prevenzione e cura del …

Giornata Europea della Salute del Seno: prevenzione e cura del …

Ogni anno in Puglia si registrano circa 3000
casi di carcinoma mammario. Nel 2018 si stima una crescita del 5%, questa
neoplasia rappresenta circa un terzo di tutti i tumori del sesso
femminile.

 GVM Care Research – sponsor della giornata Europea della
Salute del Seno celebrata oggi da Europa Donna Italia e da Regione
Puglia– ha istituito due Breast Unit: Ospedale Santa Maria a
Bari e Città di Lecce Hospital a Lecce, due strutture accreditate con il
Servizio Sanitario Nazionale, con l’obiettivo di dare  maggiore
assistenza in termini di prevenzione diagnosi e cura.

“Siamo a fianco delle donne pugliesi e siamo attenti
alla loro salute – dichiara Eleonora Sansavini, amministratore delegato di
Ospedale Santa Maria e Città di Lecce Hospital – abbiamo infatti creato due
Breast Unit inserite nella rete oncologica regionale.

I dati dello screening
mammografico in Puglia risultano ancora bassi, per questo mettiamo a
disposizione le nostre equipe multidisciplinari, in collaborazione con le
strutture pubbliche, con l’obiettivo comune di migliorare il programma di
prevenzione organizzato dalla Regione Puglia“.

Le Breast Unit sono strutture operative multidisciplinari e
multiprofessionali, prevedono la presenza di più figure mediche
nell’assistenza alla donna colpita dal tumore: oncologo, senologo, chirurgo
senologico, chirurgo plastico, radioterapista, anatomo patologo, medico
nucleare, nutrizionista, fisioterapista, psiconcologo, oltre a volontari
dedicati.

Un team composto da più specialisti dedicati alla Senologia, che si
occupano delle pazienti con problematiche senologiche, dalla prevenzione al
trattamento ed al follow-up, oltre a informazione e sostegno psicologico.

I Centri Senologici di Bari e Lecce oltre al team dedicato
hanno a disposizione tecnologie diagnostiche avanzate e le pazienti
possono avvalersi di procedure chirurgiche innovative.

Le procedure
seguono le linee guida nazionali ed internazionali, e l’attività è fornita di
un sistema codificato di raccolta dati, che consente la periodica valutazione
(Audit di Breast Unit) della qualità della cura.

Nelle Breast Unit GVM la Radiodiagnostica senologica impiega mammografi
tridimensionali 3D in grado capaci grazie all’alta definizione delle
immagini di evidenziare lesioni di pochi millimetri, studiando la mammella
strato per strato.

Tra gli esami fondamentali è presente un nuovo sistema di
biopsia mammaria VABB (Vacuum Assisted Breast Biopsy), in grado di
individuare lesioni microscopiche precancerose o calcificazioni di dimensioni
molto ridotte della mammella, invisibili.

In caso di pazienti ad “alto rischio” per tumori
eredo-familiari – che richiedono una gestione assistenziale diversificata
rispetto a quella dei tumori sporadici – è assicurato un counseling
genetico, atto a verificare la presenza in alcune famiglie di una predisposizione
ereditaria al cancro, che spesso non vengono prese in carico con adeguati piani
terapeutici.

.

Leggi Anche

Malattie sessuali in aumento, cosa può fare la scuola?

Secondo gli ultimi numeri e statistiche diffuse negli ultimi anni il numero malattie sessualmente trasmissibili è …