Home / Shopping / Franchising abbigliamento bambino: così sta conquistando il mercato

Franchising abbigliamento bambino: così sta conquistando il mercato

Il franchising abbigliamento bambino si iscrive a pieno titolo fra i trend economici in corso in Italia. Se fino a qualche anno fa i negozi multimarca rappresentavano la metà del giro d’affari del settore criminal le catene a inseguire, oggi i rapporti di forza si sono esattamente capovolti. Secondo l’ultima ricerca di mercati di Sita Ricerche per Smi – Sistema moda italiano, infatti, le reti del franchising abbigliamento bambino ormai hanno superato il 50 per cento del giro d’affari totale (52,2%). Il canale indipendente, e cioè l’insieme dei negozi non appartenenti a nessuna catena, ormai è sceso softly il 15 per cento sul totale dei consumi (13,1%). Infime le quote di ambulanti (3,1%) e degli opening (1,8%).

Le catene del franchising abbigliamento bambino hanno preso il sopravvento del mercato prima che in altri settori della moda, come quello dell’uomo e della donna. Se Benetton è stata la pioniera delle catene di moda youth criminal i suoi negozi, tutt’ora molto presenti sul mercato, Benetton 0-12, oggi la care spetta a colossi come OVS, Original Marines. A questi tre nomi italiani, si aggiungano gli stranieri Kiabi, HM e Zara. E se l’adulto fa fatica ad aumentare quote di mercato nella grande distribuzione (iper e supermercati, per esempio), il kids invece cresce e assorbe almost il 13 per cento delle vendite.

Perché il franchising abbigliamento bambino sta crescendo così tanto rispetto ai negozi multimarca? Sostanzialmente, per due ragioni. La prima, economica. Le catene riescono a tenere i prezzi più bassi. La seconda, di gusto. Anche grazie ai battage pubblicitari, i gusti delle famiglie si sono uniformate e omologate. Mentre nei negozi multimarca le mamme ci vanno quando devono acquistare per i propri bimbi vestiti per occasioni speciali e criminal un materiale più ricercato.

Leggi Anche

Regali di Natale, Confesercenti: nella wishlist abbigliamento, libri e …

Regali utili e prodotti ai quali hanno rinunciato durante l’anno: questo vorrebbero gli italiani per …