Home / Cucina / Food Immersion, Festival di Cucina Creativa

Food Immersion, Festival di Cucina Creativa

Dedicato al tema “Nudo e crudo”, Food Immersion, in programma ai Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia da venerdi 30 settembre a domenica 2 ottobre, racconterà le tante varietà di cibo crudo presenti in antiche tradizioni, ma anche le tendenze moderne del crudismo come dieta alimentare. Penserà al cibo nudo: sincero, schietto, spogliato da sovrastrutture sociali e voyeuristiche.

Questo il cuore della quinta edizione del festival di cucina creativa ideato dall’associazione La Papilla Brilla (sei ragazze e circa 40 volontari) per creare momenti di convivialità attraverso il cibo. Tre giorni in cui grazie ad un ricercato menù di attività, incontri e performance legati al cibo e alle sue contaminazioni con le diverse espressioni artistiche (design, fotografia, illustrazione, musica), il cibo diventa occasione per scoprire che la cucina non è soltanto la risposta a un bisogno quotidiano, ma un progetto creativo in cui immergersi per sperimentare stili diversi e nuovi approcci allo stare a tavola.

SEZIONE SPECIALE: PERU’
Food Immersion 2016 dedica una sezione speciale al Perù, alla sua cucina e alla sua cultura. Gloria D’Onofrio (Il Fiore della Cannella), Patricia Trujillo e Miguel Bustinza (Vale un Perù), invitati a Food Immersion per raccontare le straordinarie peculiarità della cucina Peruviana, presentano il “Pisco Bar”, un percorso di degustazione del distillato bandiera peruviano. Il Pisco è un’acquavite di mosto d’uva, dal gusto delicato e raffinato, ottenuto dalla distillazione di uve fresche con metodi tradizionali. Ma oltre a spettacolari degustazioni, grazie alla collaborazione con OCEX, Ufficio Commerciale del Perù a Milano, arriva anche una mostra tutta dedicata al Perù e alla sua straordinaria biodiversità.

INCONTRI, LIVE COOKING, WORKSHOP PER ADULTI E BAMBINI
Saranno ben sei i workshop dedicati a creatività, cucina peruviana, laboratori e narrazioni per bambini e famiglie. Nella due giorni di Food Immersion arriveranno anche diversi momenti di live cooking e incontri per presentare libri, nuove idee di foodie start up e un approfondimento per l’alimentazione dei più piccoli.

20 STREET FOODERS e 40 ESPOSITORI TRA FOOD E HANDMADE MARKET
I Chiostri di San Pietro saranno coloritamente invasi da una ventina di stand gastronomici con le offerte più differenti. Ogni stand è un salto in una regione o in continente diverso, con repentine virate di gusti e sapori, tutti rigorosamente di alta qualità. Street food con pizza, gelato, dolci, caffè, panini, cibo vegan, nachos, frittate, polenta e food truck con gnocco e tigelle, hamburger, barbecue, panini siciliani, polpette, panini gourmet di pesce.

Le ragazze della Papilla Brilla allestiscono anche quest’anno il bar del festival. In menu, le birre del birrificio artigianale di Cadelbosco di Sopra Oldo, i vini locali dell’Azienda Agricola Podere Broletto e una selezione di vini da tutta Italia, cocktail gourmet e le bevande analcoliche a marchio Coop.

Troveranno ampio spazio l’Handmade Market, curato dalle ragazze di Riqù, l’Arte sul Filo, e il Food Market che ospiterà numerosi produttori

CENA PERFORMANCE SU PRENOTAZIONE AI CHIOSTRI
Domenica sera sarà possibile partecipare (su prenotazione, solo 30 posti disponibili dal sito foodimmersionfestival.it) alla cena performance che si terrà ai piani alti dei Chiostri. In collaborazione con Food Ensemble, un progetto che fonde l’arte della tavola con la musica elettronica, suoni profumi e sapori si intrecciano a creare un’atmosfera unica.

DEGUSTAZIONI
Il tema del crudismo trova ampia diffusione anche nella parte del festival riservata alle degustazioni con percorsi dedicati a succhi crudi, birre crude e gin

PIATTO AL TRATTO CON PICNIC FESTIVAL
Ritorna anche quest’anno, grazie alla collaborazione con il PicNic Festival, Piatto al Tratto con cinque illustratori pronti a realizzare un piatto da collezione da appendere a casa.

MOSTRE
Oceano Pacifico, Costa, Sierra e Selva: Una biodiversità straordinaria. A cura di Gloria Carpinelli D’Onofrio, Miguel Bustinza, Patricia Trujillo e in collaborazione con OCEX, Ufficio Commerciale del Perù a Milano.
La cucina peruviana è il risultato di un processo che inizia dall’epoca precolombiana e che con la colonizzazione spagnola e le immigrazioni asiatiche, africane ed europee è andata arricchendosi e modificandosi con tecniche ed ingredienti nuovi.

Nudi e Crudi. “Scoperte” in 3D, a cura di Le Sirene Research. Esposizione personale di Jessica Ghinassi
Per il terzo anno consecutivo Le sirene Research portano la loro creatività a Food Immersion e non smettono di giocare con le forme, quelle del corpo femminile e quelle di frutta e verdura così come natura li ha fatti, nudi e crudi pronti da guardare a 360°.

Coltivare l’Incolto a cura di Remida
Un percorso di formazione sulla relazione tra piante ruderali e materiali di scarto.

MUSICA
Dj Set e musica dal vivo. Tra elettronica e blues, al festival suoneranno, Sarco, Daniele Bonvicini, Unknwn, Funk Rimini e Mora Bronsky.

PARTNER e SPONSOR

Partner: Comune di RE, Restate, Arci, Itinere, Impact Hub e Hurricane Start – Main Sponsor: Coop – Sponsor Tecnici: Reggio Service, Ferred, Promusic, Messori Arredamenti

Print Friendly

Leggi Anche

Gara di cucina tra studenti dell’alberghiero e coetanei stranieri

ROMA – Un contest culinario  tra studenti dell’alberghiero e coetanei stranieri che hanno scelto di formarsi e …