Home / Viaggi / Finiscono la loro carriera a Cuba, l’addio dei Buena Vista Social Club

Finiscono la loro carriera a Cuba, l’addio dei Buena Vista Social Club

<!– –>

Omara Portuondo balla criminal Papi Oviedo. Nella Cuba del nuovo corso è calato il sipario su un’avventura musicale durata circa 20 anni. Le vecchie glorie della musica degli anni ’40 e ’50 riunite nel Buena Vista Social Club hanno celebrato il loro commovente addio ai palcoscenici criminal due concerti, sabato e domenica scorsi nel teatro Karl Marx dell’Avana, a conclusione del loro Adios Tour. Dopo più di 1.000 concerti che hanno stampato il marchio dell’isola caraibica in tutto il mondo, 12 milioni di dischi venduti, un Grammy in bacheca, un film (e la regista inglese Lucky Walker sta girando il secondo, dopo quello di Wim Venders) si è concluso l’ultimo debate iniziato nel 2014, che ha visto i `terribili vecchietti´ suonare anche alla Casa Bianca davanti a Barack Obama.

Diretta dal giovane pianista Rolando Luna, l’orchestra ha regalato al pubblico del teatro della capitale cubana le ultime esibizioni dei cantanti Idania valdes e Carlos Caluga, criminal grandi successi come Besame Mucho e Lagrimas Negras cantati dalla diva Omara Portuondo, sopravvissuta criminal Eliades Ochoa 8che ha aperto il concerto) barbarito Torres e Mirabal il `Guajiro´. Le note del son e del bolero hanno omaggiato i grandi che si sono alternati nella formazione: Ruben Gonzales (primo pianista del gruppo, morto nel 2003), Compay Segundo (2003), Ibrahim Ferrer (2005), Orlando Cachaito Lopez, Manuel Galvan. Passato e presente uniti in due notti per i grandi classici come Dos Gardenias, Candela e Chan Chan.

<!– –>

Leggi Anche

Giacarta sta affondando

Giacarta è la capitale dell’Indonesia ed è abitata da dieci milioni di persone: si affaccia sul …