Home / Shopping / Fashion e abbigliamento, come creare un e-commerce

Fashion e abbigliamento, come creare un e-commerce

MILANO – In un’economia dove la rete è diventata centrale rispetto ai tradizionali canali economici, vendere online e avere un e-commerce proprio, è diventato un passaggio obbligato, qualsiasi sia il settore con il quale stiamo operando. Segue la stessa strada anche il settore faschion della moda e dell’abbigliamento che, in Italia, vede i principali brand, cresciuti grazie a grandi nomi come Armani e Versace.

L’eCommerce nel settore fashion
Anche la moda si vede assoggetta alla trasformazione digitale. C’è chi lo fa per aumentare la propria brand awareness, chi per far crescere il fatturato, chi per essere al passo coi tempi o semplicemente lo si fa perché tutti lo fanno e non si vuole rimanere tagliati fuori dal mercato online. Quanto può essere, tuttavia, profittevole aprire un e-commerce? E quali sono le conseguenze che ne derivano a livello di business? A queste domande risponde il Fashion eCommerce Report realizzato da Kom.online, servizio di consulenza nel settore eCommerce e Marketing Online. Il report va a chiarire con dati concreti e analisi specifiche i benchmark di riferimento degli eCommerce di successo nel settore della moda in Europa, confrontandoli con i dati del nostro Belpaese.

Come si comportano i consumatori
Spesso ci si chiede se l’Italia oggi sia il mercato giusto per vendere online abbigliamento e accessori. Il Report dimostra come il settore fashion sia in controtendenza rispetto alla situazione stagnante dell’economia Europea, con una crescita continua e progressiva negli ultimi 5 anni. L’Italia segue questa tendenza ma, se ci focalizziamo sulla vendita online, vediamo che la spesa media annuale nel nostro paese è quasi la metà di quella europea. Diffidenza? Scarsa propensione all’acquisto online? E’ curioso scoprire che gli italiani navigano, visitano gli store online dei brand di moda o dei vari marketplace multimarca, ma alla fine tendono ad acquistare nei negozi fisici. In Europa i dati sono ben diversi ed è proprio il
settore del fashion ad essere in vetta alle classifiche di vendita rispetto ad altri settori come musica, elettronica, cosmetica.

Come usare il Fashion eCommerce Report
Il Fashion eCommerce Report mette in risalto i Paesi Europei in cui un imprenditore italiano potrebbe avere le migliori opportunità di risultato in termini di fatturato online. Per vendere online è sufficiente avere un eCommerce? Certo che no. Per questo il Report stilato da Kom.online definisce i punti chiave per un eCommerce di successo, al fine di valorizzare l’esperienza d’acquisto, fidelizzare il cliente e rendere quelli che sono apparentemente di punti di debolezza (ad esempio il reso) delle leve a favore del brand. Questo utilissimo strumento di studio e approfondimento, dedicato a chi si approccia per la prima volta alla vendita online o a chi già opera in questo ramo, vuole offrire una panoramica il più possibile completa dedicata al mondo del fashion. Il Fashion eCommerce Report è un documento unico nel suo genere: redatto in lingua italiana, con dati esclusivi e focus sul confronto tra Italia e Europa, è scaricabile gratuitamente dal link
http://kom.online/report-fashion.

Leggi Anche

TENTA DI RUBARE CAPI DI ABBIGLIAMENTO INDOSSANDOLI …

  Letture (446)     (0)         Pubblicato in: Notizie di Terni, …