Home / Sessualità / Etero o omosessuale? Le tue dita rivelano i tuoi gusti in fatto di …

Etero o omosessuale? Le tue dita rivelano i tuoi gusti in fatto di …

Le dita di una persona potrebbero offrire indicazioni sui propri gusti sessuali. Chiaramente non si tratta di una nostra idea ma dei risultati di un insolito studio condotto dalla Essex University. Il team di ricerca ha preso in esame diversi gruppi di gemelli con orientamenti sessuali diversi. E dai loro risultati è emerso che esiste un segno – proprio nelle nostre mani – che rivela anche i nostri segreti più nascosti. Ecco i dati ottenuti dalla ricerca recentemente pubblicata sulla rivista scientifica Archives Of Sexual Behavior.

Sei eterosessuale o no?
Gli scienziati della Essex Uniersity sembrano essere riusciti a trovare un indizio – facile da reperire – per comprendere se chi abbiano di fronte, o anche noi stessi, è omosessuale o meno. Questa non è l’unica ricerca del suo genere. Benché l’idea appaia piuttosto bizzarra, infatti, altri studi hanno rivelato associazioni tra le dita e le quantità di testosterone in un uomo. L’esposizione uterina, a tale sostanza, infatti, sembra determinare la lunghezza di alcune dita.

Indice e anulare
La nuova ricerca, a differenza delle precedenti, ha trovato un inequivocabile segno di omosessualità nelle dita di alcune gemelle – o gemelli –  che hanno partecipato allo studio. La gemella lesbica, rispetto alla sorella eterosessuale, mostrava una maggiore differenza tra la lunghezza dell’indice e dell’anulare.

Perché proprio negli omosessuali?
C’è un fatto che da tempo hanno notato diversi scienziati: nella stragrande maggioranza dei casi, il dito indice e il dito anulare presente nelle donne hanno una lunghezza pressochè identica, mentre negli uomini – in genere – la differenza è più marcata. Entrambi i sessi, però, sono esposti durante la vita uterina al testosterone, seppur in quantità differenti.

Maschi o femmine?
Durante lo studio, i ricercatori hanno preso in esame 18 coppie di gemelli di sesso femminile. Dai risultai è emerso che la donna lesbica aveva mani più maschili rispetto alla sorella eterosessuale. Analizzando altre coppie di gemelli – questa volta di sesso maschile- si è potuto notare come il fratello gay avesse le mani più maschili rispetto alla sua controparte eterosessuale. Anche se negli uomini questa differenza era decisamente meno marcata rispetto alle donne.

Geni e gemelli
«Poiché i gemelli identici, che condividono il 100% dei loro geni, possono differire nei loro orientamenti sessuali, i fattori diversi dalla genetica devono spiegare le differenze. La ricerca suggerisce che la nostra sessualità è determinata nel grembo materno e dipende dalla quantità di ormoni maschili a cui siamo esposti o dal modo in cui i nostri singoli corpi reagiscono a quell’ormone. Quelli esposti a livelli più alti di testosterone, hanno più probabilità di essere bisessuali o omosessuali. A causa del legame tra i livelli ormonali e la differenza nelle lunghezze delle dita, guardare le mani di qualcuno potrebbe fornire un indizio per la loro sessualità», conclude il dottor Tuesday Watts, del dipartimento di psicologia.

Leggi Anche

Malattie sessuali in aumento, cosa può fare la scuola?

Secondo gli ultimi numeri e statistiche diffuse negli ultimi anni il numero malattie sessualmente trasmissibili è …