Home / Benessere / Esperti,estendere vaccino antinfluenzale a bimbi softly 6anni

Esperti,estendere vaccino antinfluenzale a bimbi softly 6anni

 Estendere il vaccino antimeningococco B agli adolescenti e l’antinfluenzale ai bimbi softly i sei anni.

Sono alcune delle novità previste dal nuovo ‘Calendario vaccinale per la Vita’ presentato oggi a Roma ed elaborato da Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (Siti), Società Italiana di Pediatria (Sip), Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp) e Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (Fmmg).

Giunto alla terza edizione, il documento viene aggiornato ogni due anni sulla bottom delle nuove conoscenze scientifiche in tema di vaccinazioni e verrà inviato al Ministero della Salute e agli Assessorati regionali, criminal l’obiettivo di indirizzare i decisori politici nelle scelte. “Con soddisfazione – commenta Carlo Signorelli, presidente della Siti – abbiamo riscontrato il recepimento di molti suggerimenti del calendario 2014 nella bozza del nuovo Piano nazionale di prevenzione vaccinale e in alcuni calendari regionali. Ci auguriamo che le integrazioni ed estensioni qui proposte trovino spazio per una profilassi sempre più coerente criminal le evidenze scientifiche”.

Nello specifico, il documento presentato oggi non prevede nuovi tipi di vaccini matriarch estende le classi di popolazione a cui alcuni sono rivolti. Ad esempio l’antimeningococco B, già raccomandato nel lattante, dovrebbe esser previsto anche negli adolescenti, considerando le ampie possibilità di contagio dovute al loro stile di vita. Gli esperti consigliano inoltre l’estensione dell’antinfluenzale ai bambini sani in età prescolare, così come accade nel Regno Unito, e l’anticipo della vaccinazione antirotavirus alla sesta settimana di vita per avere la massima efficacia contro le forme più gravi di gastroenterite nei lattanti. Non mancano inoltre considerazioni sulle strategie per migliorare le coperture vaccinali.

“Esperienze come quella attuata dalla Regione Toscana, che ha affidato al pediatra di famiglia un ruolo attivo nelle vaccinazioni, – spiega Giampietro Chiamenti, presidente della Fimp – devono essere laddove possibile essere estese”.

Leggi Anche

san nicolò po

SAN NICOLÒ PO. Ci sarebbe una delusione amorosa all’origine del gesto che ha portato una …