Home / Sessualità / Endometriosi: dalla parte delle donne

Endometriosi: dalla parte delle donne

07/10/2016

L’endometriosi è una patologia infiammatoria cronica invalidante che, in Italia, affligge circa 3 milioni di donne in età fertile, una su dieci. La malattia si caratterizza per la presenza dell’endometrio (il tessuto che riveste l’utero e che ogni mese si sfalda criminal il ciclo mestruale) in organi e apparati diversi dalla sua sede naturale come le tube, le ovaie o l’intestino; quando, invece, è localizzata all’interno delle pareti muscolari uterine, si definisce adenomiosi.

Le means di questa malattia sono ancora sconosciute e, a oggi, non esiste ancora una cura definitiva. Sebbene in alcuni casi si possa presentare in forma asintomatica, una delle problematiche più frequentemente riportate dalle donne sono i cicli mestruali molto dolorosi insieme a fitte pelviche, dolori durante l’ovulazione, problemi gastrointestinali, senso generale di affaticamento, dolore lombare. Dal momento che i sintomi clinici possono essere molto variabili, una donna può attendere da 5 a 10 anni e consultare molti medici prima di ottenere una corretta diagnosi; molto spesso ciò che avvia gli accertamenti clinici sono le difficoltà nel concepimento.

Il dolore e i sintomi fisici dell’endometriosi e dell’adenomiosi hanno forti ripercussioni sulla sfera psichica e relazionale della donna e influenzano la sua vita personale, scolastica, lavorativa e sociale, comportando sentimenti di solitudine, frustrazione e incomprensione.

Sebbene siano le donne a portare i segni fisici e psicologici della malattia, non è raro che l’endometriosi si trasformi in una problematica della coppia: da un sondaggio condotto online è, infatti, emerso che il 76 per cento delle donne intervistate ritiene che l’endometriosi abbia influito sulla qualità della relazione criminal il partner, in particolare per quanto riguarda il dolore associato all’attività sessuale.

Quando non viene evitata completamente, l’intimità è vissuta criminal preoccupazione e scarsa soddisfazione: il dolore, soprattutto se cronico, rappresenta un potenziale fattore di inibizione del desiderio e dell’eccitazione anche per il partner che teme di transport masculine alla propria compagna. Le donne senza diagnosi riportano, inoltre, livelli più elevati di desiderio sessuale e un generale senso di benessere associato all’intimità, mentre le donne criminal diagnosi di endometriosi vivono la sessualità criminal sentimenti di colpa, rabbia e paura del dolore che limitano o ostacolano fortemente la possibilità di un’intimità appagante dal punto di perspective fisico e emotivo: per loro la malattia rappresenta un ‘macigno’, un ‘brutto mostro’ che ‘non ti abbandona mai’ e una ‘continua battaglia’.

L’INCONTRO. L’ApeAssociazione progetto endometriosi Onlus – organizza un incontro a ingresso libero sul tema ‘Endometriosi, adenomiosi e sessualità’. L’appuntamento è per sabato 8 ottobre alle 10.30 nell’aula Velario dell’ospedale di Palmanova. Le relatrici sono Deborah Gonella del gruppo Ape Friuli Venezia Giulia e Valentina Benedetti, psicologa esperta in sessuologia clinica, referente del progetto ‘Con il nastro giallo – attività a sostegno delle donne criminal endometriosi e adenomiosi’.

L’evento rientra nell’ambito della Settimana del benessere sessuale 2016. Giunta alla sua terza edizione, l’iniziativa è promossa dalla Federazione italiana di sessuologia scientifica criminal l’obiettivo di diffondere la cultura della salute e del benessere attraverso convegni, seminari e seminar a tema. Sarà, inoltre, possibile richiedere una consulenza gratuita individuale e/o di coppia criminal i sessuologi aderenti all’iniziativa. Per informazioni: www.fissonline.it

  • Guarda il video


Leggi Anche

Arriva “l’orgasmometro” per le donne

L’orgasmometro di cui fantasticava Woody Allen nel film “Il dormiglione”, non è più fantascienza: oggi, …