Home / Cucina / E i candidati sindaco aiutano in cucina i volontari della Caritas

E i candidati sindaco aiutano in cucina i volontari della Caritas

BRINDISI – Per una mattina i candidati sindaco si sono messi al servizio dei meno abbienti, preparando dei pasti presso la cucina della Caritas diocesana. In cinque dei sei pretendenti alla poltrona di primo cittadino hanno risposto all’invito del direttore dell’ente benefico, don Pietro De Mita. Si tratta di Stefano Alparone, Angela Carluccio, Nando Marino, Nicola Massari e Riccardo Rossi. Muniti di grembiule e copricapo da cucina, questi hanno impugnato mestoli e scodelle, dando una mano ai volontari. L’iniziativa non è stata accompagnata dal clamore mediatico tipico di una campagna elettorale, per tutelare la privacy dei commensali. E’ stata la Caritas a divulgare la notizia, con relative foto, attraverso un comunicato diramato nel pomeriggio. 

I candidati sindaco alla Caritas 3-2

“Svolgere insieme qualche ora di servizio – afferma don Pietro De Mita – ha rappresentato solo un ‘avvio’ dell’interesse per la città e le sue povertà che coinvolgerà i candidati dopo le prossime elezioni. ‘Avversari’ politici ma non certo nella vita, gli stessi si sono affiancati ai volontari della parrocchia Sacro Cuore e ai giovani del Servizio Civile Nazionale”. 

A detta di don Pietro, i candidati “hanno apprezzato l’operato delle comunità di Brindisi che quotidianamente prestano questo servizio a chi, indipendentemente dalla nazionalità o dal credo religioso, necessita del pasto quotidiano”. 

“Ogni volontario che oltrepassa la soglia della mensa Caritas – conclude don Pietro – lascia fuori ogni colore politico, titolo di studio, professione, etc riscoprendo ciò che tutti abbiamo in comune: la dignità umana che va sempre e comunque salvaguardata”.

Leggi Anche

Tossinfezioni alimentari, ecco dove si annidano i pericoli in cucina …

Si stima che nel mondo oggi, si possa fare diagnosi di 250 diverse tossinfezioni alimentari …