Home / Cucina / Dietro il Sassicaia Priscilla, la principessa che ha cambiato vita

Dietro il Sassicaia Priscilla, la principessa che ha cambiato vita

Priscilla Incisa della Rocchetta nel giorno delle nozze con Heinrich zu Sayn-Wittgenstein-Sayn

Quando, 15 anni fa, ha sposato il principe Heinrich zu Sayn-Wittgenstein-Sayn, ha dovuto scegliere: abitare nel suo castello in Sassonia o accasarsi alla Tenuta San Guido, dov’è nato il mito del Sassicaia? Priscilla Incisa della Rocchetta ha preferito la terza via, una città: fatto rotta su Francoforte, dopo le nozze da favola. Poi ha puntato su Milano. Da dove parte ogni mese, per vendere il grande dei rossi italiani (90 ettari di vigneti, circa 200 mila bottiglie l’anno, da 200 euro l’una).

E’ la nipote di Mario, nobile piemontese e allevatore di purosangue, che intuì nel Dopoguerra la possibilità di trasformare Bolgheri in una capitale del vino, piantando Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, accanto ai cipressi del Carducci. Ed è la figlia del marchese Nicolò, che ha portato il Sassicaia a diventare un fuoriclasse acchiappa-premi. Priscilla è l’ambasciatrice di questo successo.

Leggi Anche

Dai Cavalieri del Tartufo e dei Vini d’Alba un omaggio ai cuochi della tradizione

Può la tradizione essere una traduzione e addirittura un tradimento? “Senza dubbio sì, soprattutto se …