Home / Cucina / Dieta mediterranea e tante ricette nell’inserto della rivista «eco …

Dieta mediterranea e tante ricette nell’inserto della rivista «eco …

<!–/*

* The backup image section of this tag has been generated for use on a

* non-SSL page. If this tag is to be placed on an SSL page, change the

* 'http://ads.mediaon.it/www/delivery/…'

* to

* 'https://ads.mediaon.it/www/delivery/…'

*

* This noscript section of this tag only shows image banners. There

* is no width or height in these banners, so if you want these tags to

* allocate space for the ad before it shows, you will need to add this

* information to the tag.

*

* If you do not want to deal with the intricities of the noscript

* section, delete the tag (from … to ). On

* average, the noscript tag is called from less than 1% of internet

* users.

*/–>

Siamo in estate, ed è il periodo nel quale la dieta mediterranea dà il meglio, facendoci gustare tutto il sapore dei cibi e della frutta fresca. Attraverso il parere di esperti, dietologi e nutrizionisti «eco.bergamo» ci spiega perché la “dolce vita” sulle rive del Mediterraneo, sole, movimento, buona compagnia, cibo buono e buon vino rappresentano il segreto di un’esistenza sana, lunga e, perché no, felice.

I progressi della scienza, in particolare della biologia molecolare e della medicina, lo spiegano e lo confermano. Sappiamo che lo stile di vita che ha dato origine alla nostra civiltà è anche modello di benessere e sostenibilità.

La piramide dei cibi alla base della dieta mediterranea

La piramide dei cibi alla base della dieta mediterranea

Ad accorgersene, nel 1939, ipotizzando una connessione tra alimentazione e diabete, obesità e malattie vascolari, fu il chirurgo italiano Lorenzo Piroddi. Ma è stato un americano, il medico Ancel Keysil, a dimostrare negli Anni Sessanta la validità della dieta mediterranea: aveva osservato come gli abitanti di Creta e di Nicotera, in Calabria, nonostante l’elevato consumo di grassi vegetali, dell’olio di oliva extravergine- non conoscessero malattie cardiovascolari e campassero a lungo.

Un programma di ricerca comparata su 12.000 persone tra i 40 e i 59 anni in sette paesi del mondo (Seven-Countries-Study), conferma la sua tesi: il tasso di mortalità per infarto è molto più alto in paesi come Olanda e Finlandia, Giappone e Stati Uniti, dove la dieta è ricca di grassi saturi.

Rachida Karradi

Rachida Karradi

Ma non è tutto: nelle otto pagine del suo inserto staccabile «eco.bergamo» ci propone anche ottime e poco conosciute ricette e una guida pratica alla loro realizzazione.

Dall’Italia quelle di Silvia Tropea Montagnosi, scrittrice e giornalista che sul sito di Slow Food Bergamo propone ricette in pieno stile tradizional-locale.

Dal Marocco quella di Rachida Karradi, che dopo il successo in tv è la cuoca magrebina più conosciuta dai bergamaschi.

Dominique Verdier

Dominique Verdier

Dalla Francia quella di Dominique Verdier, esperto titolare di una gastronomia a Bergamo.

Dalla penisola ellenica quella di Alessandra Morri, architetto a Bergamo, di origini greco-romagnole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri articoli

Mercoledì 29 giugno 2016

Torta rovesciata di albicocche e yogurt

Venerdì 17 giugno 2016

Tagliatelle allo zafferano con zucchine e salsiccia

Giovedì 16 giugno 2016

Ancora street food in piazzale Alpini

Torna per la terza edizione l’appuntamento di street food in centro a Bergamo. Dal 17 al 19 giugno, in piazzale Alpini, si daranno appuntamento …

Lunedì 13 giugno 2016

Risotto alla toma e aceto balsamico

Una proposta gustosa e senza stagione, un piatto davvero particolare e senza tempo.

Sabato 11 giugno 2016

Orio, il cibo lombardo decolla Inaugurato spazio di alta qualità

L’aeroporto tiene a battesimo la nuova area dedicata alle eccellenze enogastronomiche della Lombardia e nazionali,

Giovedì 09 giugno 2016

La pasta, che grande classico Irrinunciabile per il 63% dei giovani

Articoli più letti

Leggi Anche

L’AQUILA, ALLA SCUOLA DI CUCINA QUANTOBASTA CENTRO …

L’AQUILA – La scuola di cucina “Quantobasta” dell’Aquila si trasforma in centro estivo e si …