Home / Benessere / Delega lavoro (art. 22 Patto Salute). Le Regioni insistono su …

Delega lavoro (art. 22 Patto Salute). Le Regioni insistono su …

stampa

La Conferenza delle Regioni insiste sui due punti stralciati dalla bozza sui cui c’è l’intesa tra Ministero della Salute e Sindacati. “A questo punto attendiamo il ddl delega definitivo per ripresentare le nostre proposte”.

23 GIU – Ancora nessuna fumata bianca sulla delega al lavoro in sanità prevista dall’art .22 del Patto per la salute. Le Regioni infatti, confermano le loro posizioni su due punti che sono stati invece stralciati dalla bozza sui cui c’è l’intesa tra Ministero della Salute e sindacati. Il riferimento è alle due proposte: accesso al Ssn per gli specializzandi e istituzione della specializzazione in medicina generale.
 
E su questi due punti (sugli altri l’intesa invece c’è) le Regioni, il cui tema epoch anche all’ordine del giorno della conferenza odierna dei presidenti, tirano dritto. “Abbiamo risposto al Ministro Lorenzin sottolineando che non sono state recepite due nostre proposte – precisano – . La previsione dell’assunzione dei dirigenti medici in formazione dopo la laurea criminal contratti a dash determinato pagati dalle Regioni e l’introduzione della specializzazione universitaria anche per i medici di medicina generale. A questo punto attendiamo ddl delega definitivo per ripresentare le nostre proposte”.
 
E la linea ce l’ha confermata anche il coordinatore della commissione Salute, Antonio Saitta che ha sottolineato come “al di là delle intese o degli accordi la competenza della delega è del Ministero e aspettiamo quindi una sua proposta ufficiale”. Ma il punto per Saitta è “che noi continueremo a sostenere queste due proposte (la delega dovrà arrivare in Stato-Regioni prima o poi), per cui ci sono motivazioni logiche che portano un valore al Ssn”.

 
L.F.

23 giugno 2016
© Riproduzione riservata

Leggi Anche

Giornata mondiale contro l’Aids, arriva exam per l’autodiagnosi

Arriva anche in Italia il exam per l’autodiagnosi dell’Hiv. Dal primo dicembre possibile comprarlo in …