Home / Cucina / Davide Filippetto, amore e cucina

Davide Filippetto, amore e cucina

Nato nel 1977 a Torino ma da papà veneto, innamorato di questa terra che ha trasformato nella sua casa e nel punto di partenza per mille evoluzioni. Davide Filippetto dal Piemonte ha portato la passione per la carne e in provincia di Padova, a Borgoricco, nel 2008 ha aperto il suo ristorante, Storie d’Amore. Paste lievitate e carne sono gli elementi più amati dallo chef.

E sempre in tema di amore, la buona tavola e il buon vino sono la coppia più importante dalla quale lo chef non si staccherà mai. Storie d’amore nasce nel 2008, da un idea di Massimo Foffani e Davide Filipetto. Si propone come ristorante dalla cucina creativa, innovativa e totale. Piatti, dolci e vini sono pensati e scelti per accontentare le curiositá dei palati piú fini. Ogni prodotto è curato nel minimo dettaglio e per quanto possibile preparato in casa, a volte addirittura coltivato o allevato personalmente per garantirne la genuinità e la bontá delle caratteristiche organolettiche.

Leggi anche: ROMANTICO PIEMONTE: IDEE PER INNAMORATI (Turismo.it)

Grande importanza viene data alla selezione di materie prime di stagione, procurate per lo piú a km 0 per evitare perdite di qualitá dovute al trasporto o alla meno naturale coltura di serra. Selvaggina e pesce fresco sono selezionati dai migliori fornitori della zona compatibilmente con la disponibilitá della stagione.

Leggi anche: IN PIEMONTE LE SUSINE DI DAMASCO (Turismo.it)

Davide inizia a lavorare già dalla scuola alberghiera, approcciando con la cucina a 14 anni. Poco dopo sboccia l’amicizia con Massimo, inizialmente suo titolare. Dopo un lungo periodo di convivenza nel locale di Massimo, Davide sceglie di uscire da quel contesto per andare “alla corte” di grandi cuochi di ristoranti e pasticcerie d’elite, carpendo tutto ció che poteva dai suoi sempre nuovi maestri. Uno di questi é lo chef Paolo Bodon, grazie al quale sperimenta una cucina da lui detta “totale”, preparando da sé ogni minima parte delle pietanze e bevande offerte al cliente, dal pane alla pasta, passando poi a salumi e formaggi, marmellate, addirittura grappe e amari.

Amando particolarmente la pasticceria vi si dedica con dovizia, tanto da includere alcune delle sue creazioni nel libro di cucina “Dietro le quinte di una grande Passione” preparato assieme al suo Chef Paolo. Sempre di pasticceria si occupa allo stellato “Dal Vero” di Badoere, sotto la direzione dello Chef Ivano Mestriner. Raggiunti gli obiettivi desiderati, si sente pronto per la sua cucina di prodotti tradizionali, ripresentati però in chiave moderna e creativa.

 

Leggi Anche

Morto lo chef Alessandro Narducci, promessa della cucina italiana

Roma, 22 giugno 2018 – E’ morto Alessandro Narducci, chef stellato di 29 anni. Il giovane …