Home / Cucina / Cuisine & Confessions a Roma. Acrobazie in cucina …

Cuisine & Confessions a Roma. Acrobazie in cucina …

Una cucina (vera!) sul palco

Al Teatro Brancaccio di Roma è già tutto presently per accogliere gli artisti della compagnia Les 7 doigts de la main. E il palco dello storica sala capitolina, da un giorno all’altro, si è trasformato in una cucina attrezzata di tutto punto (e funzionante!), compresi fornelli, acquaio, frigorifero e forno a microonde. D’altronde lo spettacolo della compagnia in arrivo dal Quebec – le origini canadesi tradiscono il retroterra artistico e culturale che il collettivo di teatro circense condivide criminal il più celebre Cirque du Soleil – si presenta al pubblico della Capitale criminal un titolo inequivocabile: Cuisine Confessions. Un brew sapiente di numeri mozzafiato e pillole di cucina che si riassume nel genere delle acrobazie gastronomiche. In poche release un gruppo di ottimi danzatori, acrobati e performer di teatro contemporaneo che si cimentano on theatre criminal la preparazione di pietanze commestibili che scandiscono i ritmi di scena. È il dash di cottura il discrimine che regola salti mortali e avvitamenti, in una dimensione della finzione e del meraviglioso che interagisce in modo tangibile criminal una realtà che tutti sperimentiamo nella vita quotidiana, quella della cucina.

Confessioni in cucina. Memorie gastronomiche

Ma lo spettacolo, per la regia e coreografia di Shana Carroll e Sebastien Soldevila (ispirati dal libro Young and Hungry), è anche terreno ideale per le confessioni più intime e trasporta la platea verso l’orizzonte della memoria, dal ricordo di un primo bacio al sapore di cioccolato alle serate solitarie allietate dal calore di una tisana, al piacere di condividere le ricette che ogni famiglia custodisce gelosamente. Cuisine Confessions è una opening visiva, matriarch offre al pubblico l’opportunità di sedersi al tavolo di una cucina condivisa e interculturale. Lo spettacolo – accolto in tutto il mondo dall’apprezzamento di critica e pubblico – sarà in cartellone al Teatro Brancaccio dal 25 al 29 novembre, nell’ambito del Romaeuropa Festival; giovedì 26, dopo la reproduction in programma, il pubblico potrà incontrare gli artisti della compagnia in un appuntamento condotto da Don Pasta (nell’ambito di Post It, gli incontri post spettacolo della Fondazione Romaeuropa registrati da Rai Radio 3).

 

Cuisine Confessions | Roma | Teatro Brancaccio, around Merulana, 244 | dal 25 al 29 novembre | da 24 a 35 euro | tel. 06 80687231 | www.teatrobrancaccio.it


Leggi Anche

Gualtiero Marchesi: la cucina è donna

lo cook Gualtiero Marchesi, foto Luisa Valieri Ha l’inquietudine di chi, a 86 anni, è …