Home / Cucina / Cucine compatte per outdoor

Cucine compatte per outdoor

Compatte, originali, eleganti, le cucine monoblocco pensate per preparare grigliate, pasti completi e spuntini all’aperto rappresentano una categoria di prodotto sempre più raffonata. Oltre ad essere perfette macchine per cucinare e arredare gli spazi outdoor di giardini e terrazze e, naturalmente, essere resistenti ad acqua ed intemperie, le nuove proposte per outdoor sono finite con materiali pregiati e dotate di elettrodomestici e attrezzature ad alta tecnologia. Si tratta quindi di oggetti per cucinare belli da vedere ed efficienti, con dimensioni variabili che vanno da 200 cm – per i blocchi cucina più importanti, finiti con pietre e legni – ad un minimo di   109 x 65 cm, con altezza di 97,9. Che sono poi le misure dell’iconica Minikitchen di Boffi, disegnata da Joe Colombo nel 1963 e tutt’ora prodotta anche in versione outdoor. Ma restando nel tema del “minimo ingombro”, ecco un altro modello, che misura solo 80 x 80 cm per 100 cm di altezza: è la cucina nella valigia, soluzione super compatta e trasportabile per cucinare davvero ovunque si desideri.

TAO
La cucina Open Bar, di Tao

Si integra con la copertura superiore Open Bar (foto sopra e in apertura), modulo cucina compatto che sviluppa in modo completo il concetto di cucina outdoor. Il blocco multifunzionale (prof.: 92 cm; lungh.: di 300 cm con lavello opp. 175 cm senza lavello) è costituito da una struttura in alluminio anodizzato o termolaccato bianco, top in DuPont™ Corian® bianco o colorato, piastre cottura lisce o grill. La cucina si può integrare ad una struttura che sostene una copertura superiore in poliestere ultraresistente, con coating PVC, dotata di apertura motorizzata che si regola telecomando e anemometro di sicurezza. Quest’ultimo attiva il meccanismo di chiusura quando l’intensità del vento supera il limite preimpostato.

 

LABORATORIO MATTONI
Laboratorio Mattoni: isola Bay

E’ firmato dall’architetto da Massimo Iosa Ghini il blocco cucina Bay, espressione della capacità sartoriale dell’Azienda che è riuscita in una forma triangolare fruibile in ogni sua parte a integrare tutte le funzioni primarie di una cucina. La struttura e il piano lavoro sono in acciaio inox spazzolato, mentre, ad disopra, quello che viene definito hard top è in teak brunito e funziona con movimentazione frontale elettrica. Una volta aperto, la cucina svela il lavello e rubinetto abbattibile, una piastra Teppan Yaki e una piastra induzione di Gaggenau. Il tagliere integrato è in Burma Teak brunito.
Nella parte inferiore sono integrati 2 frigoriferi con ante in acciaio inox; le ante laterali hanno inserti appositi per riporre bicchieri e posate. Le dimensioni sono di 184 x 144 cm.; h.:106 cm.

 

OUTDOOR KITCHEN
L’isolacucina Quid, di CK

L’isola Quid, dal punto di vista materico, unisce il “mondo” dei sinterizzati ceramici e quello dell’acciaio navale, realizzando una cucina che non teme nessun contesto ambientale o atmosferico.
La gamba in acciaio è elemento estetico e strutturale: all’interno sono previsti spazi tecnici in cui collocare, con la necessaria pendenza, i diversi condotti e le serpentine di acqua, gas ed elettricità. Ricca ed esauriente anche la dotazione tecnica-culinaria dell’isola, con il barbecue da incasso per outdoor di Fulgor Milano. Il lavello scatolato è in Dekton® by Cosentino, ed è dotato di copertura in legno di quercia; negli stessi due materiali sono disponibili i vasi con utilizzo multiplo, da collocarsi nel lavello come portaghiaccio o fioriera.

Blocco cucina Quid, di Outdoor Kitchen

 

FPM

E’ chiusa dentro una valigia in alluminio su ruote la nuova cucina portatile Cookstation, disegnata da Marc Sadler, cucina da viaggio che misura solo 80 x 80 cm per 100 cm di altezza e pesa 23 cm, ed si può quindi spedire come bagaglio da stiva sugli aerei. La Cookstation è attrezzata con cassetti da cui si estraggono un piano cottura e un tavolinetto in legno con gamba metallica, da poggiare ad di sopra. È dotata di una cella frigo, cassetti con porta posate/utensili in legno ed è arricchita con gli accessori di KnInudustrie e di Kitchen Milano. Il modello garantisce la perfetta efficienza ai viaggiatori più esigenti che possono, in questo modo, cucinare ovunque e…. all’ultimo minuto!

Quando chiusa, Cookstation, di FPM, è una vera valigia

 

BOFFI

Boffi: Minikitchen Outdoor

Cucina iconica, super-compatta e “capostipite” di questa tipologia di prodotto, la Minikitchen è stata progettata nel 1963 Joe Colombo e viene tutt’ora prodotta in versione aggiornata sia per interni sia in versione outdoor. Vero gioiello pensato per cucinare in meno di un metro cubo di volume, per l’uso outdoor – in ambienti comunque preferibilmente coperti – la Minikitchen viene realizzata con una struttura in multistrato marino rivestito in Lasermat bianco o nero e si può dotare anche di copertura impermeabile opzionale realizzata in tessuto tecnico. Costituita da una struttura a carrello, è completa di piastra cottura elettrica, cella frigorifera, due cassetti esterni per stoccaggio, cassetto interno portaposate, prese corrente per piccoli elettrodomestici, tagliere in massello di Teak. E’ montata su ruote girevoli a 360° con due freni di bloccaggio e misura solamente 109 x 65 cm; h.: 97,9 cm.

Minikitchen, di Boffi

Minikitchen, di Boffi

Minikitchen, di Boffi

 

FANTIN
Collezione Frame, di Fantin

Azienda nota per il suo expertise nella lavorazione del metallo, per cucinare all’aperto Fantin propone la collezione Frame, disegnata da Salvatore Indriolo, art director del brand, che include anche una kitchen workstation. Finita rigorosamente in metallo verniciato e disponibile in 40 colori, la mini kitchen è stata realizzata in collaborazione con Barazza.

 

 

Leggi Anche

San Giuliano, topi nella cucina della mensa

San Giuliano Milanese (Milano), 22 settembre 2018 – Topi nel centro cottura, chiusura forzata per …