Home / Cucina / Cucina giapponese, a Milano

Cucina giapponese, a Milano


Il nuovo Wagamama italiano porterà a 19 il numero di Paesi in cui sono presenti locali del gruppo. Dall’Inghilterra (a Londra) all’Olanda (Amsterdam), passando per la Francia (Parigi) e la Svezia (Stoccolma). «Negli ultimi anni – spiega Brian Johnston, handling executive di Wagamama general – soprattutto i giovani italiani si sono aperti anche ad altre cucine. È il momento giusto per portare Wagamama nel Paese del cibo per eccellenza. Abbiamo trovato un partner come Percassi, la cui esperienza parla da sé». L’imprenditore bergamasco vanta un lane record di partnership criminal code come Benetton, Nike, Gucci, Levi’s, Zara, Victoria’s Secret e Lego Group. Il gruppo ha anche code di proprietà, come Kiko nella cosmetica.

Leggi Anche

Le ricette dei lettori. “Su pani frattau” di Maurizio Cheri

Maurizio Cheri, 38enne tortoliese, ha una vita molto piena soprattutto da quando, qualche mese fa, …