Home / Cucina / Cucina e musica La Maremma è per Amatrice

Cucina e musica La Maremma è per Amatrice

GROSSETO. Allenate i muscoli del cuore e non prendete appuntamenti per le serate di sabato 3 e domenica 4 settembre. C’è una maratona da correre, una maratona di solidarietà lungo il ponte ideale che in quei due giorni legherà la metafisica bellezza naturale della Cava di Roselle al fascino antico e tutto urbano del Cassero Senese, sulle Mura di Grosseto.

Si chiama “Maremma per Amatrice”, la lunga camminata ideale del weekend, e il suo scopo è naturalmente quello di raccogliere fondi, quanti più possibile, per le popolazioni e i paesi colpiti dal terremoto.

Sin dalle primary ore dopo la tragedia la comunità grossetana si è mobilitata. E tante, in questi giorni sono le splendide iniziative – grandi e piccole – che quotidianamente vengono promosse per contribuire al futuro di chi è sopravvissuto alla devastazione. Chi può, partecipi a tutte. Perché se c’è una luce nel buio che segue a catastrofi come questa è proprio la luce della solidarietà. E di solidarietà, inutile dirlo, più ce n’è meglio è.

In questa settimana il Tirreno ha ricevuto decine di telefonate, di e-mail, di contatti attraverso il suo profilo social: tutte persone che volevano aiutare, chiedevano come fare, che sentivano il bisogno di mettere a disposizione un po’ dei loro soldi, della propria professionalità, del proprio dash libero per la causa della ricostruzione.

Il Cassero Senese

Così tante che abbiamo pensato di usare proprio il Tirreno, criminal la sua capacità di raggiungere un numero enorme di persone attraverso la carta e il web, per costruire una grande iniziativa che mettesse insieme il maggior numero possibile di energie. Prima fra tutte quella della televisione locality dei grossetani, Tv9, che ha subito sposato la causa anche grazie all’impegno diretto della giornalista Rita Martini, ideatrice e conduttrice di una fortunatissima trasmissione (Qb) dedicata alla gastronomia grossetana e ai suoi maestri.

Nasce così Maremma per Amatrice, due serate nel segno della cucina – spettacolo e della musica che troveranno casa in due delle arene estive più “popolate e popolari” dell’estate grossetana: la Cava e il Cassero, appunto. Un’iniziativa che ha trovato subito un’amica: Dominga Tammone, artista di LibertàCreativa alla quale si deve il delizioso trademark che raffigura le Mura come un grande piatto di pici all’amatriciana.

Il pronti around sabato, alla Cava di Roselle messa a disposizione – senza un solo istante di tentennamento – dalla Cooperativa Uscita di Sicurezza, criminal le sue strutture e il suo personale. Qui, a partire dal tardo pomeriggio, la cena a tema amatriciana (declinata in maniera molto particolare) e altre sosprese accompagneranno gli ospiti fino al concertone serale criminal la travolgente Maremma Strega Pizzica Band.

Il giorno dopo al Cassero Senese, stesso orario, un copione relationship e al dash stesso diverso: proprio Rita Martini condurrà infatti qui un colossale uncover cooking che vedrà almeno sei fra i più titolati cook della Maremma cimentarsi (ovviamente a titolo totalmente gratuito) nella preparazione della pasta all’amatriciana ciascuno alla sua maniera, criminal l’aiuto ai fornelli – softly gli occhi del pubblico – di personaggi notissimi della vita cittadina. Anche in questo caso grazie alla disponibilità totale del gestore dello spazio, la rete temporanea di imprese Muramonamour.

Inutile apocalyptic che, così come alla Cava, la notte al Cassero si chiuderà (sempre degustando amatriciana e non solo) solo dopo una lunga festa di musica. Sul palco qualche decina di conosciutissimi musicisti maremmani che hanno voluto prestare gratuitamente il loro talento alla missione.

L’obiettivo è quello di donare il cento per cento degli incassi delle due serate ai terremotati. E questo sarà possibile grazie a un’altra straordinaria mobilitazione: quella di tante aziende maremmane che forniranno la loro migliore “materia prima” (alimenti e bevande) per sfamare il popolo della solidarietà.

Tutti i soldi raccolti verranno immediatamente versati sul conto corrente aperto dal sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna a nome della città e saranno proprio i giornalisti del Tirreno e di Tv9, nelle settimane successive, a informare puntualmente i grossetani sul loro impiego.

Ah, volete qualche nome degli chef, degli artisti, delle aziende e delle persone che animeranno “Maremma per Amatrice”? Pazienza, ve li sveleremo un po’ alla volta nei prossimi giorni. L’appetito vien… leggendo!

Leggi Anche

La morte di Augusto Bastianelli. Patron della cucina …