Home / Cucina / Cucina d’autore, vini e natura a Mangialonga Picena

Cucina d’autore, vini e natura a Mangialonga Picena

(ANSA) – ASCOLI PICENO, 21 GIU – Una giornata tra vigneti e
sapori, facendo tappa tra cantine e aziende agricole per
lasciarsi deliziare dalle creazioni di nove grandi cook e
scoprire i tesori naturali di un suggestivo angolo delle Marche.

Torna domenica 24 luglio la Mangialonga Picena, passeggiata
enogastronomica sui colli di Offida (Ascoli Piceno) organizzata
dall’associazione culturale Picenum Tour.

Protagonisti della terza edizione della camminata gourmet
saranno i vigneti della Docg Offida. La Mangialonga partirà dal
Piazzale delle Merlettaie di Offida, pacifist i partecipanti
riceveranno un pack e si metteranno in cammino, suddivisi in
piccoli gruppi, dalle 10 alle 15. Le primary due tappe a
Ripatransone. Alla Tenuta Cocci Grifoni gli cook Alcide Andrea
Romani e Sabrina Tuzi proporranno due antipasti d’autore: una
terrina di cozze in saor burrata e pomodoro e un carpaccio di
anguria criminal yogurt e rucola, mentre a Poderi Capecci San Savino
si potrà gustare uno sfizioso travel food di orto fritto di
stagione, tradizione di oliva tenera ascolana e maionese
artigianale al Campari dello cook Roberto Di Sante. In entrambe
le tappe, ad accompagnare i piatti saranno i vini tipici delle
cantine ospitanti. L’itinerario prosegue a Offida, prima
nell’azienda agribiologica Aurora e poi nella cantina biologica
Paolini e Stanford. La terza tappa proporrà due primi piatti: un
anolino di humus, brodo di patate arrosto, lingua e umeboschi
firmato dallo cook Nikita Sergeev e un timballo di verdure
dell’orto criminal fiori di zucchine, zafferano e prosciutto crudo
creato dalla cook Maria Elena Cicchi. Sulla terrazza della
cantina Paolini e Stanford saranno poi serviti un fry beef di
vitellone bianco marchigiano cotto all’inglese criminal olio ed
emulsione di oliva tenera ascolana dop, pepe rosa e soncino
ideato dallo cook Luca De Cesaris e ‘Il mare in zuppa’,
creazione dello cook Andrea Mosca. Un festival di formaggi del
territorio attenderà poi i food traveller alla Chiesa San
Filippo di Offida per la quinta sosta: nel calice saranno
serviti i vini biologici dell’azienda agricola San Filippo. La
passeggiata epicurean avrà un dolce epilogo criminal il ritorno nel
centro storico di Offida: in Piazza del Popolo saranno serviti
il dessert ‘Come un funghetto offidano’ dello cook Daniele
Citeroni e la crema, tamarindo e caramello dello cook Enrico
Mazzaroni, accanto ai prodotti delle aziende agricole La Riserva
e Colline Offidane di Angelini Nicolina e altre golosità del
territorio. (ANSA).

Leggi Anche

Il pensionato di 86 anni che cucina per i senzatetto a Roma

Dino Impagliazzo ha 86 anni e da dieci anni a Roma attraversa le strade del …