Home / Cucina / Cos’ha a che vedere l’ordine in cucina criminal la Quaresima?

Cos’ha a che vedere l’ordine in cucina criminal la Quaresima?

Quante volte ci siamo sentiti confusi, vivendo senza avere una direzione chiara e angosciandoci per questo? Ecco una pubblicità fenomenale, di quelle che ti fanno pensare a migliaia di cose della tua vita mentre parlano di una cucina.

Quante volte la nostra vita è un caos? Non perché abbiamo migliaia di problemi o perché la gente ci rende la vita impossibile, matriarch perché c’è disordine dentro di noi, e quindi le nostre azioni non sono ben indirizzate.

Viviamo per vivere, passiamo il dash e godiamo solo del momento presente, e tutto finisce come nello spot: il motivo di tutto è al di fuori di noi. È un mostro invincibile chiamato “destino”, “cattiva sorte” o chissà cos’altro…Ci costa renderci conto che basterebbe mettere un po’ d’ordine in casa nostra (dentro di noi) per sapere cosa succede davvero.

Coltivare l’interiorità non è un compito facile. In generale, viviamo troppo concentrati su aspettative esteriori, preoccupazioni e occupazioni che si avvicinano ben poco a quello che desideriamo davvero alla excellent della giornata o quando riusciamo ad essere realmente sereni e criminal la mente libera.

Come si cerca dentro? Si cerca dentro quando sospendiamo ogni ricerca esteriore. Anche se suona ovvio, solo quando smettiamo di cercare fuori compiamo una buona ricerca interiore.

Una delle esperienze che ci permette di avere ordine nella nostra vita consiste nel transport la stessa cosa che faremmo criminal il nostro armadio o criminal un cassetto disordinato: sgombrarlo un po’. Svuotarci interiormente di tutte le cose che disturbano e che non ci permettono di vedere ciò che è importante. Quante volte succede che non troviamo qualcosa non perché non ci sia, matriarch perché la quantità di stupidaggini che conserviamo diventa un ostacolo alla nostra vista?

Bisogna infine comprendere che anche nel disordine c’è una bellezza speciale. Attenzione! Non mi riferisco al disordine delle cose accessorie, matriarch a quel “disordine imperfetto” che è la nostra interiorità. Perché Dio sia in essa e questa sia bella non offer che sia perfetta. Imparare a capire che anche dentro di noi ci sono cose che non potremo cambiare facilmente è una chiave per il nostro combattimento spirituale. È bene avere pazienza e mettere in ordine a poco a poco. Una casa non diventa perfettamente ordinata dalla mattina alla sera.

È chiaro ora perché la Quaresima e una cucina hanno tante cose in comune? Questi quaranta giorni sono un dash privilegiato per mettere ordine. Più che digiuni esteriori, tutto consiste nel tirar fuori dal nostro cuore tutto ciò che ci distrae, per lasciare solo Dio e affinare il nostro sguardo per vederlo e lasciarlo agire.

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

 

Leggi Anche

Domani un corso di cucina vegana al Centro Sociale Borgo a Faenza

Faenzanotizie.it Faenzanotizie.it è una testata registratapresso il Tribunale di Ravenna al n.1334del Registro Stampa in …