Home / Cucina / Cormons, rubano timbro al medico per transport ricette fake per ansiolitici

Cormons, rubano timbro al medico per transport ricette fake per ansiolitici

Pubblicato il 7 ottobre 2016 14:24 | Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2016 14:24

<!–

Tieniti aggiornato criminal Blitz quotidiano:

–>
<!–

function downloadJsSocialOnload() {
var component = document.createElement(“script”);
element.src = “http://platform.twitter.com/widgets.js”;
document.body.appendChild(element);
}

if(is_privacy_accettata()) {

if(window.addEventListener)
window.addEventListener(“load”, downloadJsSocialOnload, false);
else if(window.attachEvent)
window.attachEvent(“onload”, downloadJsSocialOnload);
else window.onload = downloadJsSocialOnload;

}

–>

GORIZIA – Hanno rubato un timbro nello studio del medico per poter ritirare in farmacia ansiolitici e altri medicinali criminal fake ricette mediche. Questo il caso di alcuni tossicodipendenti che nella città di Cormons, in provincia di Gorizia, che sono stati identificati e denunciati dalla Procura per “uso di atto falso” criminal l’aggravante di concorso. Dopo aver presentato diverse, troppe richieste per ansiolitici in poche settimane il farmacista si è insospettito e ha informato i carabinieri affinché indagassero. Gli agenti hanno così scoperto che il timbro usato dal paziente epoch quello di cui epoch stato denunciato il furto da un medico.

Paola Treppo su Il Gazzettino scrive che in farmacia si sono insospettiti quando un uomo di 45 anni in pochi giorni si è presentato different volte per l’acquisto di ansiolitici e di altri farmaci criminal principi attivi simili a quelli degli stupefacenti o delle benzodiazepine:

“Il farmacista, controllata la ricetta, inizialmente non si epoch insospettito, consegnando il farmaco che veniva pagato regolarmente. Ma dato che le “visite” si ripetevano sempre più spesso, il farmacista ha deciso di rivolgersi ai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Gradisca d’Isonzo. In militari, allora, hanno aspettato l’arrivo del paziente, lo hanno fermato e lo hanno trovato in pos di due ricette false, poste softly sequestro penale. Il timbro medico sulle ricette corrispondeva a quello rubato da un ambulatorio, sempre di Cormons. we militari dell’Arma sono risaliti anche a un complice che vive a Gradisca d’Isonzo. Tutti e due sono stati denunciati alla Procura di Gorizia per “uso di atto falso”, criminal l’aggravante del concorso”.

Leggi Anche

"La Cucina Piacentina", un libro racconta la nostra identità …

“La Cucina Piacentina. Storie e ricette”: si intitola così l’ultimo libro della collana “Cucine del …