Home / Shopping / Contraffazione: attacco a 900 imprese artigiane sarde … – Cagliaripad

Contraffazione: attacco a 900 imprese artigiane sarde … – Cagliaripad

La fabbrica e la vendita del falso minacciano oltre 900 imprese artigiane della Sardegna, l’11,4% del manifatturiero isolano. Cosmetici, gioielli, occhiali, giocattoli ma soprattutto è l’area della ‘moda’, abbigliamento, calzature e accessori, quella più a rischio. Sono i numeri che emergono dal report di Confartigianato Sardegna, su dati Istat e Unioncamere di fine 2015, che ha analizzato l’Artigianato esposto alla contraffazione nell’isola: su 7.997 imprese manifatturiere sarde, 908 subiscono danni dalle ‘imitazioni’.

Nella classifica la Sardegna è al 14/o posto. Al primo la Toscana con il 42,9% delle imprese “sotto attacco” mentre all’ultimo la Sicilia con l’8,4% delle imprese interessate, contro una media italiana del 19,8%. Molto al di sotto della media nazionale sono i dati provinciali sardi. Il più alto indice di artigianato manifatturiero sotto minaccia viene rilevato a Cagliari con il 12,4%, seguito da Sassari con l’11,4%, Nuoro con il 10,7% e Oristano con l’8,3%.

“Un esercito di falsi che invade i mercati e minaccia seriamente la tenuta economica delle micro e piccole imprese – afferma la presidente regionale di Confartigianato Imprese Sardegna, Maria Carmela Folchetti – prodotti venduti a basso prezzo, ma assolutamente inaccettabili dal punto di vista qualitativo e senza garanzie di sicurezza per il consumatore. Un inganno che lede l’acquirente e intacca i fatturati delle imprese. In Sardegna, dal 2008 al 2015, sono stati circa 28 i milioni di merce falsa sequestrata”.

Leggi Anche

Abbigliamento yoga: i cinque capi da non farsi assolutamente …

L’estate è praticamente cominciata e la scadenza per la prova costume si sta avvicinando inesorabilmente. …