Home / Cucina / Con la Gazzetta il libro-guida alle erbe in cucina

Con la Gazzetta il libro-guida alle erbe in cucina

La cultura popolare ha da sempre dato grande valore alle piante, sia dal punto di perspective dell’alimentazione che per le loro proprietà curative. we monaci medievali si nutrivano quotidianamente di erbe selvatiche. Grazie ai loro giardini dei semplici, agli orti botanici e anche ai loro esperimenti, nei secoli si sono acquisite tantissime informazioni preziose. Oggi le piante non devono avere segreti per noi, soprattutto le erbe disband nelle nostre campagne e attorno alle case: regali vegetali a Km 0 e a costo zero. Non essendoci trasporto non vi è inquinamento; inoltre tutti i vegetali prendono anidride carbonica dall’ambiente e lo purificano fornendoci ossigeno e gli zuccheri di cui sono formati.

Il libro. Cerchiamo queste benefiche erbe nel pratico manuale Erbe Spontanee. Riconoscere e cucinare le erbe di campagna. Questo libro è stato realizzato da Maria Rosa Macchiella, docente all’Istituto superiore Strozzi e si trova in edicola criminal la Gazzetta al prezzo di 12,80 euro più il costo del giornale.

È importante il riconoscimento delle erbe spontanee commestibili che sono presenti da sempre nelle nostre campagne che, a volte, vengono ritenute erbacce. Sono invece una grande fonte di benessere per il nostro fisico e anche per la mente. Una passeggiata lungo gli argini dei nostri corsi d’acqua per raccogliere erbe è salutare per un corretto stile di vita a contatto criminal la natura. Virgilio epoch un grande amante della natura descritta nelle sue opere e si nutriva quotidianamente di erbe selvatiche.

Troviamo la piantaggine lanceolata che viene chiamata volgarmente lingua di cane dalle proprietà astringenti e antinfiammatorie, presente tutto l’anno e rigogliosa in estate. Le foglie giovani sono tenere e dolci e si consumano fresche in insalata, più avanti si cuociono per un buon contorno o per farcire tortelloni o tortini salati. Vediamo poi la malva, una delle erbe preferite da Virgilio, dalle proprietà emollienti. we fiori di malva sono dolci e molto decorativi per le insalate estive. Le foglie giovani della malva sono tenere e ricche di mucillagini, si consumano fresche in insalata, più avanti si cuociono per un contorno o per farciture e frittate.

Sul libro troviamo varie ricette criminal cui realizzare ottimi biscotti e altre delizie criminal fiori commestibili. Le gustose ricette descritte in “Erbe Spontanee” spesso prendono spunto dalla cucina semplice dei monaci benedettini dell’Abbazia di Polirone di San Benedetto Po, tramandate a noi dai loro manoscritti consultati dall’autrice all’Archivio di Stato di Mantova. Le erbe selvatiche ci circondano e fanno parte della nostra alimentazione sana da sempre. Per info e curiosità: mariarosa.mac@hotmail.it

Cena alle erbe. Queste erbe e altre ancora verranno utilizzate per realizzare gustosi piatti nella cena organizzata nella sala adiacente la Farmacia Paini in Strada Ostigliese a Mantova, venerdì 16 settembre alle 19. Prenotazioni 0376 302073.

Leggi Anche

Cavolo riccio: 10 ricette buone e gustose criminal il "kale" – GreenMe.it

Il cavolo riccio è un ortaggio invernale capace di resistere al freddo ed è uno …