Home / Cucina / Come arredare una cucina

Come arredare una cucina

I suggerimenti che si possono dare su come arredare la cucina sono molti, ma abbiamo raccolto quelli più importanti così che la scelta dei mobili da acquistare sia molto più semplice. Quando si decide di arredare uno spazio, qualunque esso sia, è di fondamentale importanza tenere conto di quello che può essere l’effetto finale, ottenibile una volta che tutti gli elementi sono stati inseriti. In particolar modo bisogna fare attenzione a far sì che venga lasciato abbastanza spazio libero sia per permettere il passaggio sia per evitare che il tutto sembri opprimente.

Il primo consiglio su come arredare la cucina riguarda giustappunto la disposizione dei mobili: questa, oltre a perseguire gli obiettivi prima elencati, deve anche mirare alla funzionalità. Affinché una cucina sia funzionale, bisogna prestare attenzione a come disporre gli armadietti e il tavolo. Questo ambiente, infatti, deve risultare pratico per chi prepara i pasti, così che possa muoversi con grande facilità. Per le cucine di grandi dimensioni può risultare utile un ulteriore piano di appoggio e di lavoro, costituito dall’isola.

Questa, se posta di fronte alla classica parete da cucina composta dagli elementi più importanti (frigorifero, forno, lavello, ecc…), consentirà di avere un maggiore spazio a portata di mano. L’isola, inoltre, è particolarmente indicata per le cucine open space, largamente utilizzate in America. Ciò consente anche di poter fare a meno del tavolo, già presente nella zona living. Un modo per rendere ancora più pratica l’isola è quello di installarne una che presenta, sul lato esterno, la possibilità di collocare degli sgabelli alti. In questo modo la si potrà utilizzare anche come bancone per consumare pasti veloci come la colazione o gli spuntini.

Il suggerimento su come arredare la cucina cambia al mutare delle dimensioni della stanza: se l’ambiente è piuttosto piccolo, la parola d’ordine è essenziale. Evitare, dunque, di inserire elementi d’arredo inutili, in quanto questi potrebbero solo creare un senso di sovraffollamento. Piuttosto optare per la collocazione della cucina componibile su una parete sola e sfruttare il restante spazio tramite l’installazione di mensole da parete o galleggianti (che pendono dal soffitto). Anche la scelta del tavolo è importante: la soluzione migliore è costituita da uno ribaltabile, che deve però mantenere lo stesso stile del resto della cucina.

Leggi Anche

Schianto con lo scooter: muore il giovane chef stella della cucina …

Le vie della capitale di nuovo macchiate di rosso. È una scia di sangue senza …