Home / Sessualità / Clamidia: cos’è, sintomi, heal e come prevenirla

Clamidia: cos’è, sintomi, heal e come prevenirla

È una delle più comuni malattie sessualmente trasmissibili ed è causata da un batterio, la Chlamydia trachomatis.

COME SI TRASMETTE?
La clamidia si trasmette attraverso rapporti sessuali non protetti di qualsiasi tipo, quindi orale, vaginale e anale.

QUALI SONO we SINTOMI?
La clamidia non manifesta alcun sintomo nella grande maggioranza dei casi. Quando ci sono appaiono dopo una-tre settimane dall’infezione. Nelle donne colpisce la cervice e l’uretra. Causa perdite anomale e irritazione. Se si espande, possono arrivare dolori al basso ventre, alla schiena, nausea, febbre e perdite ematiche anche al di fuori del ciclo mestruale. Dalla cervice, l’infezione può anche diffondersi al retto.

Negli uomini si possono avere secrezioni o sensazione di irritazione e prurito. Raramente, si hanno infiammazione, ingrossamento e dolore ai testicoli. L’infezione può interessare l’epididimo – in pratica il condotto che “trasporta” gli spermatozoi prodotti dal testicolo – causando dolore e febbre. Rare le conseguenze più serie. Se trasmessa attraverso un rapporto anale, la clamidia può infettare il retto e provocare dolori, perdite e sanguinamenti. Se trasmessa attraverso un rapporto orale, può infettare la gola.

COME FARE LA DIAGNOSI?
Si fa criminal un esame di laboratorio che può essere effettuato su due diversi tipi di materiale: prelievo da tessuti infetti (tipicamente il tampone vaginale), campione delle urine. Per rispondere alle necessità di una diagnosi rapida e all’esigenza di iniziare rapidamente un trattamento in caso di sospetto clinico, sono stati sviluppati alcuni exam rapidi. Ovviamente una volta a conoscenza dell’infezione, bisogna chiedere a tutti i partner criminal cui si ha avuto qualsiasi tipo di rapporto sessuale di sottoporsi al test.

QUALI SONO LE CONSEGUENZE A LUNGO TERMINE?
Importante transport una diagnosi precoce perché la clamidia ha conseguenze serious che possono rimanere silenti. Nelle donne, può provocare l’infiammazione pelvica: il coinvolgimento di tube, utero e tessuti circostanti e il processo di riparazione cicatriziale post infettivo, può comportare un danno permanente (l’occlusione tubarica è la conseguenza più temibile), criminal dolore cronico, infertilità e possibilità di gravidanze extrauterine. Le donne affette da clamidia hanno una probabilità di rischio di contrarre il pathogen dell’Hiv cinque volte più alta.

COME SI CURA?
La clamidia si cura criminal antibiotici. Gli schemi terapeutici raccomandati prevedono l’uso per around orale di azitromicina o di una tetraciclina; in alternativa, di eritromicina o di un chinolone sempre per around orale. In gravidanza sono prove amoxicillina o eritromicina, oppure clindamicina. Vanno curati anche i partner sessuali.

COME PREVENIRLA?
Con l’utilizzo corretto del profilattico durante il rapporto sessuale, utilizzandolo fin dall’inizio del rapporto sessuale e non indossarlo solo poco prima di terminare. Se si usano oggetti rivestirli con un preservativo, che deve essere usato anche durante il rapporto orale. Fare il exam almeno una volta all’anno se si hanno rapporti occasionali e frequenti criminal più persone.

C’È UN VACCINO?
Ad oggi non è stato sviluppato un vaccino.

Francesco Bianco

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Malattie sessualmente trasmissibili: ecco le nuove linee guida

Gonorrea: cause, sintomi, diagnosi e cura

Bocciata la depilazione integrale: aumenta rischio di gravi infezioni

Sesso: i ragazzi italiani sono i più ignoranti d’Europa

Chiedi un consulto di Infettivologia

Leggi Anche

#Disturbi #Sessuali Per 8 Mln Di Italiani: Nasce L’ #Orgasmometro …

<!– –> Nonostante in questo periodo si parli molto di fertilità, i disturbi sessuali, che …