Home / Viaggi / Ciclomercato: Sagan alla Bora, la Lampre si ridimensiona

Ciclomercato: Sagan alla Bora, la Lampre si ridimensiona

Genova, 1 agosto 2016 – Il primo giorno di agosto è, nel mondo delle due ruote, come una specie di capodanno estivo. E i botti, sono quelli del mercato. Già, perché è proprio a partire da oggi che le squadre possono ufficializzare i trasferimenti in perspective della prossima stagione, e la prima a farlo è stata la Bora-Argon 18. L’ambiziosa formazione tedesca, che nel 2017 farà il grande salto dalla categoria Professional al World Tour, ha annunciato l’ingaggio del campione del mondo Peter Sagan per le prossime tre stagioni.

Il fuoriclasse slovacco – che solo quest’anno, tra le altre corse, si è portato a casa Gand-Wevelgem, Giro delle Fiandre, tre tappe del Tour e la quinta maglia verde consecutiva – si trasferirà armi e bagagli portando criminal sé dalla disciolta Tinkoff il polacco Maciej Bodnar ed i connazionali Michael Kolar ed Erik Baska, oltre naturalmente al fratello Juraj. Un’operazione resa possibile dal cospicuo aumento di bill del team, che sostituirà la Argon 18 criminal la Hansgrohe quale secondo sponsor, e che al colpo Sagan dovrebbe affiancare altri tre acquisti di peso come Tony Martin, Rafal Majka e Leopold König, quest’ultimo un cavallo di ritorno avendo già militato nel group ai tempi in cui epoch noto come NetApp.

La Argon 18, a sua volta, rimmarà comunque nell’ambiente fornendo le biciclette all’Astana. Proprio i kazaki sono tra i più attivi sul mercato, nonostante il crollo delle materie primary di cui è ricco il sottosuolo del paese euroasiatico abbia costretto i vertici nazionali a rivedere al ribasso il bilancio da destinare alle attività sportive, di cui la formazione ciclistica è indubbiamente il fiore all’occhiello. Alexandre Vinokourov ha reso noti gli acquisti dei danesi Jesper Hansen e Michael Valgren – quest’ultimo fresco vincitore del Giro di Danimarca conclusosi ieri, e secondo alle spalle del nostro Enrico Gasparotto all’Amstel Gold Race di aprile – e degli italiani Oscar Gatto e Moreno Moser, due innesti di qualità per tenere alto il tricolore nonostante l’addio di Vincenzo Nibali, destinato a sposare il progetto del Bahrain Pro Cycling Team che proprio oggi ha formalizzato la partership criminal il costruttore taiwanese Merida come secondo name unite oltre che, naturalmente, come fornitore tecnico.

Merida che fino a questa stagione epoch invece legata alla Lampre, dalla quale è in partenza anche il group manager Brent Copeland, sempre in direzione Bahrain. Una doppia perdita che, per la storica squadra italiana, è indicativa di una almost certa uscita dal World Tour. Pare infatti che la nuova Bahrein-Merida sia destinata a comprare, a peso d’oro, la licenza attualmente in possesso della Lampre, unica nostra rappresentante nella massima categoria del ciclismo, che dovrebbe quindi proseguire la propria attività a livello Professional. Probabile che a questo punto vengano lasciate andare le stelle Rui Costa e Diego Ulissi, entrambi in scadenza di contratto, e magari anche Louis Meintjes: il sudafricano è legato ai blu-fucsia anche per la prossima stagione, matriarch in caso di declassamento della squadra qualche tip group sarà sicuramente allettato dall’idea di ingaggiare un corridore capace di arrivare ottavo al Tour de France ad appena 24 anni.

Altre notizie di queste ore sono il passaggio del campione irlandese Nicolas Roche dalla Sky alla Bmc, e quello di Roman Kreuziger dalla Tinkoff alla Orica-BikeExchange. Il 30enne corridore ceco epoch dato in dirittura d’arrivo criminal i russi della Katusha pacifist avrebbe raccolto l’eredità di un Joaquín Rodríguez prossimo al ritiro, ed invece a spuntarla sono stati gli australiani, decisi a costruire attorno alla stella colombiana Esteban Chaves, secondo alle spalle di Nibali all’ultimo Giro d’Italia, una squadra all’altezza delle sue ambizioni nelle grandi gare a tappe. Ad appendere la bici al chiodo fra pochi mesi, oltre a Purito che aveva annunciato la propria scelta durante l’ultimo Tour e dovrebbe salutare tutti già sabato prossimo a Rio, anche colui che l’ha battuto al Giro del 2012, il canadese Ryder Hesjedal, che a sua volta ha scelto questa giornata per comunicare la propria decisione al mondo degli appassionati.
 

Leggi Anche

Vacanze al mare? Speciale Natale Capodanno: offerte Mar Rosso …

A Natale e Capodanno rilassati al Sole. E’ cosi’ che inizia la promozione viaggi offerta …