Home / Sessualità / CHIVASSO. La sessuologia secondo “Zorro” Bogetti

CHIVASSO. La sessuologia secondo “Zorro” Bogetti

Ha 56 anni “Zorro”, Ferruccio Bogetti all’anagrafe, dottore commercialista e giornalista de “Il Sole 24 Ore”. Si è appena laureato il 30 novembre in Psicologia.

Ma da oggi un’altra competenza: la consulenza in sessuologia. Già, da teologo morale in itinere, vuol saperla lunga anche in tema di sessualità “cristianamente orientata”.

E’ così che sabato 16 dicembre ha sostenuto l’esame presso la Scuola Superiore di Sessuologia Clinica di Torino.

Zorro, perché hai studiato anche sessuologia?

“Volevo capirci chiaro.

Sugli argomenti della sessualità né i genitori né il parroco mi hanno mai detto nulla. Anzi, ti facevano capire in maniera non verbale che di queste cose non se ne deve parlare.

Poi tutti i manuali di teologia morale della famiglia e della sessualità “nicchiano” sul punto, in particolare argomenti come l’autoerotismo. Per non parlare poi di quelli di diritto canonico quando devono parlare del coito, termine che non esiste, nascosto dietro un “humano modo” (Canone 1061 del Codice Canonico”).

Sono tutti argomenti che, ancora oggi prossimi al 2018, continuano ad essere dei tabù”.

Quali sono le tue competenze?

“Intanto la consulenza sessuale, che è passo antecedente alla sessuologia clinica che ho iniziato a studiare a Roma.

Qui si trattano argomenti che riguardano tutti, autoerotismo compreso. Tratto i problemi per maschietti: l’eiaculazione ritardata, il disturbo erettile, l’eiaculazione precoce, il disturbo del desiderio sessuale ipoattivo maschile.

Per le femminucce: il disturbo dell’orgasmo femminile, il disturbo del desiderio sessuale e dell’eccitazione sessuale femminile, il disturbo del dolore genito-pelvico e della penetrazione. Per entrambi la disfunzione sessuale indotta da sostanze e  farmaci”.

E poi?

“Le disforie di genere nei bambini, adolescente ed adulti. Ed anche i disturbi parafilici, come il disturbo voyeuristico, il disturbo esibizionistico.

Il disturbo frotteurstico, il disturbo da masochismo sessuale e da sadismo sessuale, il disturbo pedofilico, quello feticistico e da travestitismo, e quelli con altra o senza specificazione, come la necrofilia, la zoofilia, la coprofilia, etc..

A tal fine uso test  semplici sessuologici, come Type e Sesamo”.

In pratica, cosa fai?

“In un ciclo tra tre a cinque sedute, faccio consulenza al singolo individuo od alla coppia, non necessariamente etero, a risolvere i loro problemi sessuali.

Faccio l’anamnesi sessuologica, quella fenomenologica, quella fattoriale eziopatogenetica (fattori somatici, intrapsichici, diadici, sistemici e socioculturale). E poi passo all’inquadramento diagnostico, tra cui c’è la diagnostici sessuologica.

Infine la risposta in prima battuta, e l’eventuale progetto terapeutico, con le terapie sessuali della Kaplan”.

Gli studi, e i consigli, di “Zorro” Bogetti saranno presto alla portata di tutti.

Sta per uscirare l’ultimo il libro del dottore commercialista chivassese: “L’Unione Carnale nella Teologia del Corpo di San Giovanni Paolo II”.

.

Leggi Anche

Urologi, cistite nella donna causa 25% assenze dal lavoro

Salerno, 25 maggio 2018 – “La cistite nella donna è causa del 25% di assenze …