Home / Sessualità / Cervello, le differenze tra uomini e donne orientano anche la ricerca …

Cervello, le differenze tra uomini e donne orientano anche la ricerca …

cervello ricerca

Le differenze di genere nel funzionamento del cervello e nella risposta alle different malattie del sistema nervoso sono un tema di grande interesse sia per la pratica clinica che per la ricerca. In che modo i ricercatori tengono in considerazione queste specificità tra maschi e femmine nella loro attività?

«La consapevolezza delle differenze di genere nel funzionamento del sistema nervoso è crescente – risponde il highbrow Alberto Albanese, responsabile di Neurologia dell’ospedale Humanitas. Oggi si cerca di sviluppare terapie più specifiche per i generi e si cerca di distant ricerca tenendo conto delle differenze di genere. Pertanto si usano campioni molto equilibrati e si studiano allo stesso modo uomini e donne se si desiderano dati generali o si studia in maniera specifica il campione maschile o quello femminile. Nel futuro avremo una medicina sempre più personalizzata anche in bottom al genere, più specifica per gli uomini e più specifica per le donne».

(Per approfondire leggi qui: Alzheimer, dalla ricerca un anticorpo che distrugge le placche nel cervello)

Oggi venerdì 30 settembre, all’interno degli appuntamenti della Notte dei Ricercatori, il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano ospiterà alle 20,30 un incontro fra il highbrow Albanese, la professoressa Michela Matteoli, responsabile del Programma di Neuroscienze di Humanitas e direttore dell’Istituto di Neuroscienze del CNR e la professoressa Elena del Giorgio, del Centro Genders dell’Università degli Studi di Milano. Al centro della loro conversazione il rapporto fra sesso e cervello, perché gli uomini e le donne pensano e si comportano in modo diverso.

Guarda l’intervista al highbrow Albanese:

Guarda le altre video-pillole su cervello e differenze di genere:

Leggi Anche

Arriva il primo «orgasmometro» per le donne: piacere da 1 a 10

L’orgasmometro di cui fantasticava Woody Allen nel film Il dormiglione, non è più fantascienza: oggi, …