Home / Benessere / Carla Caiazzo: "Ciò che conta è l’amore per mia figlia"

Carla Caiazzo: "Ciò che conta è l’amore per mia figlia"

Carla Caiazzo (foto dal web)

Carla Caiazzo (foto dal web)

“Mentre mi gettava benzina sul viso, mentre appiccava fuoco su di me, urlava sprezzante: ‘Ora voglio vedere se saprai ancora sorridere, se saprai ancora sorridere e divertirti…’. Ecco, è questa l’ultima scena prima del buio”, così Carla Caiazzo, la donna incinta residente a Pozzuoli, ricoverata al Cardarelli nel centro ustionati, dopo essere stata information alle fiamme dal compagno 40enne, Paolo Pietropaolo, ha parlato dal letto d’ospedale, raccontando quei terribili momenti.

Nelle scorse settimane, dopo che la donna è tornata a parlare, più volte ha rivolto il suo pensiero alla piccola Giulia Pia, sua figlia, pronunciando release di disprezzo nei confronti di quello che ormai è il suo ex compagno: “Nonostante il dramma che mi è toccato vivere, resto aggrappata all’amore per mia figlia, che non vedo l’ora di abbracciare, resto aggrappata all’amore vero, quello della mia famiglia e del mio fidanzato che qui in ospedale non fa altro che ripetermi che sono bella davvero, ora più che mai, sono bella davvero”, è tornata a ribadire in queste ore Carla Caiazzo.

Tentato omicidio premeditato, aggravato dalla crudeltà, stalking: sono queste le credit per Paolo Pietropaolo, che secondo i pm che coordinano l’inchiesta avrebbe più volte minacciato e ingiuriato la sua donna, tanto “da indurla in alcune occasioni a contattare i suoi familiari per informarli del tragitto che avrebbe percorso e degli orari per trovare assistenza in caso di aggressione” e in un’occasione “la ragazza epoch stata costretta a chiudersi in casa della madre a Pozzuoli, per sfuggire all’ennesima sfuriata”.

GM

Tags:

Leggi Anche

Giudiziaria

“Dobbiamo continuare a gridare criminal perseveranza e coraggio: ‘Signore aiutami’”. Lo ha detto il Papa …