Home / Shopping / Caritas rinnova l’emporio abbigliamento, apertura il 15 novembre

Caritas rinnova l’emporio abbigliamento, apertura il 15 novembre

di Pierpaolo Bellucci

Aprirà martedì 15 novembre il nuovo Emporio dell’Abbigliamento in via Mazzini 46, all’angolo con via Severini. La Caritas diocesana questa volta ha fatto le cose in grande, mantenendo la stessa location ma rinnovando i locali rendendoli del tutto simili a un negozio. E proprio di un negozio si tratta, solo che la valuta non sarà in euro ma in punti.

Non si paga con gli euro ma con “i punti”

Accreditati annualmente dai volontari del Centro d’Ascolto di via Passeri 98, sulla base delle esigenze di ciascuno. Questo metodo, studiato da Andrea Mancini sulla base di esperienze analoghe di altre città italiane, consentirà di rifornire ogni persona o famiglia della quantità di vestiario effettivamente necessaria. Evitando sprechi, e permettendo una selezione più accurata della merce, che non dovrà più rispondere solo ad urgenze quantitative, a vantaggio della qualità. Ma dove si potrà consegnare il vestiario da donare all’Emporio.

Partiamo con una premessa. La Caritas aveva ben chiara la situazione di precarietà in cui versava il magazzino di via Mazzini. Preso d’assalto, ogni giorno, da troppe famiglie bisognose, con evidenti disagi sia per i volontari sia per i residenti della zona. Quindi, il ragionamento e poi il progetto. Caratterizzato dalla riqualificazione dei locali e dalla rivoluzione del sistema. Basta con le donazioni “spazzatura”. Troppa gente, credendo di fare del bene, scambiava la Caritas per la discarica. Quindi, nel nuovo magazzino di via Serra 164, a Villa Fastiggi, si riceverà solo merce in piccole quantità, lavata e stirata, sulla base delle esigenze dell’Emporio. Quando? Dal 7 novembre, il lunedì dalle 9.30 alle 11.30 e il giovedì dalle 16 alle 18.

Il centro logistico a Villa Fastiggi

andreamancini
Andrea Mancini

A Villa Fastiggi verrà stoccata, catalogata in un software apposito, e impacchettata per l’Emporio di via Mazzini, aperto al pubblico dal 15 novembre il martedì dalle 16.30 alle 18.30 e il venerdì dalle 9.30 alle 11.30, previo colloquio e appuntamento. Questo sistema permetterà di gestire la macchina della solidarietà con maggiore serenità, anche se sarà necessario qualche mese di “educazione alla città”, per spiegare le nuove regole. Intanto, sul sito www.caritaspesaro.it l’equipe Caritas ha messo le prime indicazioni e raccomandazioni operative, ringraziando i club pesaresi Lions, Rotary e Soroptimist per il contributo offerto.

In giro per l’Italia, tante Caritas stanno convertendo le raccolte di indumenti, alimenti e arredi nel sistema “Emporio”, beneficiando delle buone prassi messe in circolo da Caritas Italiana. Pesaro è una di queste: prima il Mercatino della Solidarietà in via del Seminario, dove si può acquistare a prezzi modici. Ora l’Emporio dell’Abbigliamento. Ci aspettiamo, tra non molto, l’apertura di un “supermarket solidale”, dove sia possibile fare la spesa non pagando in euro ma in punti. Sarebbe davvero “manna dal Cielo“.

Leggi Anche

Abbinamento colore: 4 idee per l’abbigliamento della Primavera 2018

Le blogger scandinave ci insegnano che osare con il colore è una scelta vincente! Con …