Home / Viaggi / Basta una email per salvare una bellezza italiana dimenticata e …

Basta una email per salvare una bellezza italiana dimenticata e …

È iniziato il conto alla rovescia per la campagna lanciata dal governo qualche settimana fa criminal l’obiettivo di destinare 150 milioni di euro ai luoghi abbandonati d’Italia. C’è dash fino a domani, martedì 31 maggio, per segnalare un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare oppure per proporre un progetto culturale da finanziare.

Partecipare è semplice. Tutti possono farlo mandando una email a bellezza@governo.it Una commissione ad hoc poi sceglierà a quali progetti assegnare le risorse. Il relativo decreto di stanziamento sarà emanato il 10 agosto 2016.

Henryk Sienkiewicz diceva che ogni uomo ha due patrie: una di nascita e una di adozione. E la seconda ha gli stessi colori per tutti. “Come si potrebbe non amare l’Italia?”, diceva lo scrittore e premio Nobel per la letteratura. Meta prediletta di artisti e intellettuali dell’Ottocento, luogo eletto di formazione e di ispirazione per nobili e viaggiatori di ogni parte d’Europa, l’Italia è da sempre un Paese straordinariamente ricco di bellezza. Una bellezza tanto preziosa quanto fragile, un patrimonio immenso e per questo bisognoso di continui interventi di manutenzione e di un adeguato sostegno economico.

Per recuperare i luoghi culturali dimenticati e valorizzare l’immenso patrimonio paesaggistico e turistico del Belpaese, il governo ha messo così a disposizione 150 milioni di euro.

Una campagna per segnalare le bellezze dimenticate dell’Italia, per recuperare luoghi culturali abbandonati che meritano di essere valorizzati. Questo il senso dell’iniziativa lanciata dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi l’8 maggio 2016 in un’intervista tv.

Fino al 29 maggio, informa il governo criminal una nota sul sito, sono state 74647 le segnalazioni ricevute.

bellezza governo

Più di duemila, da nord a sud, i luoghi segnalati dai cittadini, nessuna regione è rimasta esclusa. Molti cittadini hanno segnalato lo stesso posto.

bellezza governo

Il Presidente del Consiglio ha parlato della campagna come di una scelta identitaria.

“Recuperare i luoghi delle nostre comunità significa tornare noi stessi”, ha scritto Matteo Renzi commentando l’iniziativa del governo criminal un post su Facebook. “Per questo accanto ai grandi progetti di cui pristine andiamo orgogliosi (da Pompei agli Uffizi, da Brera alla Reggia di Caserta, dalle Tremiti a Trieste, dalla Capitale a un’altra dozzina di interventi di sistema) abbiamo lanciato un appello a tutti gli italiani. Pompei e gli Uffizi aiutano l’Italia a tornare orgogliosa di se stessa, bene! Ma abbiamo bisogno anche del piccolo borgo dimenticato o del museo abbandonato o della chiesetta da ristrutturare. E meglio ancora se un gruppo di cittadini, una associazione, una proloco, una cooperativa, una impresa innovativa si offre di gestire questi beni come luoghi dell’anima per la comunità”.

• Segui gli aggiornamenti sulla nostra pagina Facebook

• Per essere aggiornato sulle notizie de L’HuffPost, clicca sulla nostra Homepage

• Iscriviti alla newsletter de L’HuffPost

Leggi Anche

Questa isola è alimentata al 100 per cento da energia rinnovabile

Hanno detto addio al gasolio i 600 abitanti di Ta’u, una delle isole delle Samoa …