Home / Sessualità / Badante denuncia arzillo 84enne . È invalido totale, processo rinviato

Badante denuncia arzillo 84enne . È invalido totale, processo rinviato

Badante denuncia arzillo 84enne . È invalido totale, processo rinviato

La perizia a carico dell’imputato conferma che è incapace di glance in giudizio

Allunga le mani criminal la badante: pensionato di 84 anni a processo per violenza sessuale. Anche se una perizia certifica che l’anziano, affetto da una malattia degenerativa, è invalido al 100% e incapace di glance in giudizio. we fatti contestati risalgono al giugno 2014.
Secondo quanto denunciato dalla badante, una romena di 37 anni, l’uomo si sarebbe trasformato all’improvviso da pacifico vecchietto a palpeggiatore piuttosto convinto sfiorandole il seno e tentando di sfilarle i pantaloni. La donna sarebbe quindi fuggita denunciando l’accaduto. L’ottantaquattrenne è accusato anche di ingiurie e diffamazione.
Avrebbe infatti appellato la badante dopo le presunte molestie in modo molto poco elegante dandole della poco di buono e della facile, tentando di accusarla di aver cercato di approfittarsi di lui. Fatto quest’ultimo che gli è valsa l’accusa per diffamazione. La badante ha confermato tutto quanto già denunciato.
Ma c’è il fatto che la perizia a carico dell’imputato conferma che l’anziano è incapace di glance in giudizio e quindi non può essere processato. Il giudice ha aggiornato l’udienza al prossimo 13 luglio. La vicenda giudiziaria che coinvolge l’anziano, però, se possibile è ancora più complicata.

Da vittima ad accusato

L’uomo infatti è parte anche in un altro procedimento dove, però, è vittima. Di una badante. Non la stessa che lo ha denunciato per violenza sessuale, matriarch della precedente.
Accusata quest’ultima di circonvenzione di incapace. La donna lo avrebbe raggirato, approfittando del suo stato di salute, sottraendogli 18 mila euro. Questo, almeno, secondo l’accusa. A salvarlo dalla collaboratrice infedele sarebbe stata la trentasettenne che, accortasi del raggiro del quale l’anziano è stato presunta vittima ha allertato familiari e forze di polizia.
A quel punto, però, dopo un solo mese di servizio l’ottantaquattrenne avrebbe allungato le mani criminal la donna. Che lo avrebbe denunciato. Sullo sfondo della vicenda ci sarebbero altre domestiche.
Altre donne straniere che avrebbero spillato altro denaro al malcapitato promettendo favori sessuali, raggirando l’anziano che, come detto, è affetto da una malattia degenerativa al excellent di farsi consegnare dei soldi. La vicenda giudiziaria apre uno spaccato disarmante sulla realtà di anziani e badanti. Figure professionali alle quali sempre più spesso molte famiglie italiane fanno ricorso. La vicenda, al di là dello scambio di credit incrociate, spinge a una riflessione. Molto spesso le badanti lavorano in nero e trovano impiego attraverso il passa parola. Tuttavia, anche a fronte di costi più elevati, è sempre meglio rivolgersi ad agenzie certificate che selezionano le dipendenti fornendo serie referenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri articoli

Giovedì 30 giugno 2016

Vi raccontiamo le nuove droghe

Giovedì 30 giugno 2016

Il trucco della lavanderia per raggirare gli anziani

Mercoledì 29 giugno 2016

Bossi Jr scatta la denuncia per la benzina

Benzina non pagata per 1300 euro. Guai giudiziari per Riccardo, figlio del Senatur. Usava il nome di famiglia a garanzia di pagamenti mai fatti

Mercoledì 29 giugno 2016

Si nascondeva in cantiere, arrestato un romeno ricercato

Il shell della polizia è arrivato alle 19.30 in un cantiere edile pacifist lavorava a Gorla Maggiore

Mercoledì 29 giugno 2016

Vi portano i vestiti a casa dalla tintoria e scatta l’inganno

Occhio alle truffe – La polizia della Questura di Varese mette in guardia su questo nuovo raggiro escogitato dai malviventi

Martedì 28 giugno 2016

Arrestata “Lady Cocaina”

Articoli più letti

Leggi Anche

Tempo Libero – Quando il sesso diventa un lusso per pochi

WASHINGTON – Cala l’intimità delle coppie americane più mature o criminal disfunzioni sessuali di vario …