Home / Gossip / Arriva Spaparazza, l’applicazione per sapere (e far sapere) dove …

Arriva Spaparazza, l’applicazione per sapere (e far sapere) dove …

Quando sembra che sia già stato detto tutto in ambito mobile arriva lei, l’idea che non ti aspetti, quella che ti sorprende e che ti fa nascere qualche interrogativo. Di app strane ce ne sono tante: anni fa iniziavano a spuntare quelle che ti permettevano di bere bevande fittizie, con le bollicine che zampillavano sul display dello smartphone, ma anche riproduttori di improperi o di suoni molesti. Roba sostanzialmente inutile, ma che ha confermato con fermezza la democraticità del mondo informatico. Se una volta i computer erano per pochi eletti, quasi dei guru con la passione innata per l’elettronica e la tecnologia, tutti hanno avuto modo di utilizzare e possedere un sistema informatico grazie agli smartphone . Ed è proprio grazie a questo che ogni tipo di utente può ormai affidarsi ad un’applicazione per ogni tipologia di esigenza, e se doveste chiedervi dove si trova il vostro beniamino, il VIP che seguite con tanta decisione, adesso c’è un’app anche per questo.

Si chiama Spaparazza, è totalmente gratuita ed è stata sviluppata da zero da un piccolo team di ragazzi italiani. Si tratta sostanzialmente di un social network, alla Facebook o più precisamente alla Instagram, che consente di rintracciare la posizione dei VIP oppure, nel caso ne vedeste uno, scattargli una foto e pubblicarla sul servizio. Il funzionamento è semplicissimo: una volta installata l’app sul dispositivo (è disponibile sia su iPhone, iPad che su smartphone Android) bisogna creare un profilo oppure utilizzare Facebook per effettuare l’accesso. Una volta entrati potremo scorrere una lista con tutti gli ultimi avvistamenti, e ogni avvistamento sarà corredato da una fotografia scattata in quel momento, dalle informazioni di geolocalizzazione del VIP (quindi il posto in cui si trova) e anche da una piccola mappa che ci consentirà di raggiungerlo in maniera semplice.

L’utente non sarà solamente fruitore passivo delle informazioni racchiuse nell’app, ma potrà anche aggiungere un proprio avvistamento corredato di fotografia in ogni momento. L’app si suddivide in quattro schermate differenti dove completare il proprio profilo oppure visionare una mappa con tutti gli avvistamenti avvenuti nelle ultime ore in modo da non perdere la possibilità di vedere il proprio beniamino di turno. Gli sviluppatori precisano che il sistema riesce a identificare i VIP: se un (o una) narcisista volesse spacciarsi per tale, insomma, non può farlo visto che gli algoritmi dell’applicazione lo smaschererebbero subito basandosi su alcuni criteri: ad esempio la presenza di una pagina Wikipedia associata o il numero di follower sui vari social network più affermati.

Ma scattare una foto all’insaputa del soggetto, anche se VIP, e pubblicarla è legale? Non proprio, tuttavia l’app nasce con l’idea di condividere soprattutto i selfie che ci scattiamo con i VIP, chiedendo naturalmente e in anticipo se possiamo pubblicarla. Lo faremo? Pare di si: al momento Spaparazza e la sua community sembrano piuttosto disciplinate e la maggior parte degli avvistamenti assolutamente legittima.

Leggi Anche

Zayn Malik vuole fare l’attore

NEW YORK – Zayn Malik sembra interessato a seguire le orme del collega Harry Styles e …