Home / Cucina / Andrea Torelli, da Masterchef alla cucina di Cannavacciuolo

Andrea Torelli, da Masterchef alla cucina di Cannavacciuolo

La sua uscita da Masterchef 5 aveva deluso i suoi affezionatissimi fan, ma Andrea Torelli ha saputo riscattarsi in breve tempo: il giovane fotografo trentino, dopo l’uscita dal cooking talent targato Sky, ha iniziato una fortunata esperienza con Fuudly, il social network dedicato al cibo e alla buona cucina: nato da poco, ha già uno scoppiettante successo. Nella piattaforma online si ritrovano gli amanti del buon cibo, i “fuudlers”, che si tengono in contatto tra loto attraverso un semplice sistema di follower e chat. Oltre alle videoricette, sono disponibili anche ricette scritte, spesso riprese dai personali blog di cucina degli iscritti: un modo in più per farsi conoscere tra forni, torte e pentole. Un’esperienza in cucina a tutto tondo, perfetta sia per chi si sente un novello chef, e adatta anche a chi muove i primi passi in questo mondo gustoso: l’esperienza è infatti completata da eventi ad hoc, riportati sul social network nella pagina dedicata. Il suo punto di forza è proprio la collaborazione con gli ex concorrenti di Masterchef: lo scorso anno era toccato a Federica Fiocchetti e Nicolò Prati, quest’anno il concorrente, spesso paragonato al Khal Drogo di Game of Thrones a causa del suo aspetto fisico, ha collaborato con video ricette e altri interessanti progetti insieme a Rubina Rovini, sua battagliera avversaria nello show.

Ma il passo più importante doveva ancora arrivare: lo chef Antonino Cannavacciuolo, che aveva il compito di giudicarlo sul piccolo schermo, lo ha scelto infatti per entrare a far parte della brigata all’opera all’interno di Villa Crespi, il lussuoso ristorante di cui Cannavacciuolo è proprietario insieme alla moglie, situato sulle sponde piemontesi del lago d’Orta. É qui che Andrea ora vive e lavora, costantemente impegnato con nuove ricette e palati fini da soddisfare, e si è momentaneamente allontanato dalla sua prima grande passione, la fotografia, che lo accompagna da quando era ancora un bambino. É grazie a suo padre che ha potuto avvicinarsi a questo mondo e iniziare a coniugare arte e passione, un binomio che anche in cucina lo contraddistingue: come dimenticare il suo piatto bianco e nero nella cucina di Masterchef? Una personalità passionale e sensibile al bello, talento e gentilezza: sarà questo il segreto del suo successo?

Credits: Masterchef/Sky
Credits: Masterchef/Sky

Hai da poco iniziato una nuova esperienza lavorativa, nella brigata dello chef Cannavacciuolo. Come è nata questa intesa professionale?

É nata con semplicità, ci siamo incontrati ed è bastato uno sguardo, lo chef già mi aveva “capito” durante la trasmissione e ora sto dando il massimo anche per non deluderlo.

Avevi legato particolarmente con lui oppure c’era un rapporto particolare anche con gli altri giudici?

Ho sempre avuto un buon rapporto con tutti i giudici, ma con lui c’è stato un feeling diverso, fin dal primo giorno!

Dai tuoi profili social si nota come tu e Rubina abbiate mantenuto un buon rapporto anche al di fuori della gara. Potresti parlarne? Con chi altro ti sei mantenuto in contatto?

Sento tutte le settimane quasi tutti i miei ex colleghi, tra cui Rubina, Maradona, Alice, Gigi, Dario… Con Rubina abbiamo fatto parecchie collaborazioni lavorative anche diverse tra loro, e ne abbiamo altre in arrivo!

Credits: Andrea Torelli / Facebook
Credits: Andrea Torelli / Facebook

Tra le nuove proposte ottenute dopo Masterchef c’è anche una collaborazione con il social network Fuudly. Di che cosa si tratta? É un’intesa che continua ancora adesso?

Con Fuudly ho fatto delle video ricette assieme a Rubina, e anche la collaborazione con loro andrà avanti con alcune belle novità!

Del “dopo Masterchef” che cosa ti piace di più?

È bello poter parlare di cucina con le persone, in maniera più approfondita e anche passionale…e cerco sempre di avere un consiglio per tutti!

Credits: Andrea Torelli / Facebook
Credits: Andrea Torelli / Facebook

Il tuo lavoro come fotografo è momentaneamente accantonato oppure cerchi comunque di mantenere vivo questo impegno?

Non ho davvero tempo per fare altro al di fuori della cucina, ma la fotografia mi accompagna comunque… Ad esempio ho appena firmato le foto per Villa Crespi e il Bistro Cannavacciuolo!

Cosa ti ha insegnato Masterchef? Cosa avresti voluto fare se fossi rimasto di più? Chi era secondo te un concorrente che avrebbe meritato la finale?

Mi ha insegnato tante cose, dalla gestione dei tempi a quella della pressione…ma soprattutto mi ha fatto conoscere meglio me stesso. Mi sarebbe piaciuta una finale tra me e Rubina o Alida!

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Imparare sempre di più in cucina come sto facendo ora, e un giorno mettere in pratica tutto questo bagaglio al servizio della gente trasmettendo tutta la mia passione.

Leggi Anche

Gara di cucina tra studenti dell’alberghiero e coetanei stranieri

ROMA – Un contest culinario  tra studenti dell’alberghiero e coetanei stranieri che hanno scelto di formarsi e …