Home / Benessere / Amore nato su Facebook si trasforma in incubo: donna picchiata e …

Amore nato su Facebook si trasforma in incubo: donna picchiata e …

amore-nato-su-facebook-si-trasforma-in-incubo-donna-picchiata-e-violentata-arrestato-40enneSono ormai ogni giorno sempre più le persone che utilizzano il web e i social network oltre che per fare nuove amicizie anche nella speranza di riuscire a trovare l’amore. Quello che però molte persone, spesso, non mettono in conto è che chi si trova dall’altra parte dello schermo potrebbe in realtà essere una persona diversa da quella che vorrebbe far credere e così una persona che mostra di essere gentile ed educata potrebbe in realtà rivelarsi una persona pericolosa. E’ questo il caso che vede protagonista una coppia composta da un uomo di 40 anni  disoccupato e originario di Varese ma domiciliato a Siderno e una donna di 41 anni operatrice presso una onlus i quali si sono conosciuti lo scorso mese di Aprile sui social e precisamente su Facebook e tra i due è nata una forte simpatia che li ha portati ad incontrarsi e a far nascere una relazione.

Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sembra proprio che la donna abbia anche deciso di recarsi in Calabria per conoscere il padre dell’uomo il quale, a sua volta, sembrerebbe avere messo in guardia la 41enne sin da subito avvisandola del carattere piuttosto aggressivo del figlio. Ma la donna, forse perché troppo innamorata, ha deciso di non dare il giusto peso a tali parole ma purtroppo poco dopo il sogno di un grande amore si è trasformato in un vero e proprio incubo. Lo scorso mese di giugno infatti, per futili motivi, ha avuto luogo la prima aggressione e nello specifico la donna ha raccontato che in quell’occasione il 40enne le avrebbe prima rivolto delle frasi ingiuriose e successivamente l’avrebbe anche schiaffeggiata.

Un altro episodio di violenza fisica ha avuto luogo poco tempo dopo e precisamente nel mese di agosto quando i due per potersi incontrare e stare insieme avevano deciso di prendere in affitto una stanza all’interno di un appartamento condiviso con altre tre persone e anche in questa occasione, per futili motivi la donna è stata picchiata dal compagno e costretta ad avere con lui un rapporto sessuale, contro il suo volere. L’ultima terribile violenza risale a poco tempo fa, e precisamente nella notte tra il 7 e l’8 novembre quando l’uomo sembrerebbe aver abusato sessualmente della compagna. Nello specifico, secondo quanto denunciato da quest’ultima, sembrerebbe che la coppia abbia trascorso la serata a casa di amici per una cena ma, quando sono rientrati a casa ha avuto inizio l’incubo.

L’uomo infatti, in preda ad un raptus di gelosia, avrebbe prima chiuso la porta con un lucchetto e successivamente avrebbe obbligato la donna a spogliarsi per avere con lei un rapporto sessuale. La quarantenne però si è rifiutata e a quel punto il compagno sembrerebbe averla aggredita togliendole il telefono e trascinandola sul letto dove, dopo averle strappato i vestiti avrebbe abusato sessualmente della stessa per l’intera notte, fino a quando il mattino dopo la donna è riuscita a farlo smettere. Il 40enne successivamente è stato arrestato dai carabinieri di San Nicola la Strada.

Loading ... Loading …

Lascia un commento Annulla risposta

Leggi Anche

Il glaucoma ‘ladro silente’, ruba vista a 1 mln di italiani – Medicina …

In Italia c’è un milione di persone colpite da glaucoma, di cui 165mila solo in …