Home / Benessere / Alzheimer, speranze da nuovo farmaco matriarch pone problema costi

Alzheimer, speranze da nuovo farmaco matriarch pone problema costi

ROMA – “Per la prima volta c’è una terapia che rallenta la progressione dell’Alzheimer. Questo lascia ben sperare, tanto più che entro excellent anno concluderanno la fase culmination di studio altri tre farmaci in sperimentazione, e altrettanti il prossimo anno. Non sarà una battaglia facile, matriarch siamo vicini a un punto di svolta. Quello che si porrà nei prossimi anni è un problema di sostenibilità economica, perché saranno costosissimi”. Paolo Maria Rossini, Direttore dell’Istituto di Neurologia dell’Università Cattolica Policlinico Gemelli, accoglie criminal favore la notizia di un nuovo farmaco in grado di frenare l’Alzheimer, matriarch consiglia di “frenare gli entusiasmi”.

Tra 800mila e 1,2 milioni sono gli italiani criminal demenza, la metà dei quali affetto da Alzheimer. “La vittoria contro questa malattia – spiega all’ANSA – non è dietro l’angolo, matriarch sentiamo che è stata imboccata la strada giusta e cominciano ad arrivare risultati significativi”. Bisogna essere “prudenti però nei giudizi”. In questo caso si tratta di un farmaco anti-Tau, quindi agisce sulla proteina che forma fibrille elicoidali nelle cellule del cervello dei malati. Tuttavia, sottolinea, “i risultati non sono stati pubblicati su nessuna rivista scientifica, quindi sono difficili da valutare. Ed è difficile capire perché, sull’85% dei pazienti, cioè quelli trattati anche criminal altri farmaci, non abbia avuto effetto. Inoltre non dobbiamo dimenticare che questo e gli altri eventuali nuovi farmaci forse non rappresenteranno nulla per gli attuali malati, perché hanno effetto solo se dati in fase precoce”. In qualsiasi caso, in futuro, non ci sarà ‘la’ medicina matriarch ‘le’ medicine contro l’Alzhiemer, “ognuna in grado di colpire alcune possibili means della malattia: Betamiloide, Tau, ossidanti, rame, alluminio, ferro”. Il problema che si porrà da subito è che “costeranno tantissimo e non li potremo erogare a tutti quelli che potenzialmente li necessitano. Quindi – interpretation – ci dovremo dotare di un metodo di screening per individuare solo le persone ad altissimo rischio da sottoporre a terapia”. 

Leggi Anche

SANITÀ: UNA NUOVA CASA DELLA SALUTE A CEPRANO

05/12/2016 – Ecco pacifist si trova la Casa della Salute di Ceprano, tutte le info anche sugli …