Home / Cucina / Al 59 Ristorante, arte internazionale e cucina epicurean italiana …

Al 59 Ristorante, arte internazionale e cucina epicurean italiana …

 Municipio I


 Campo Marzio

 Eventi

Il ristorante Al 59 dello cook Alberto Colacchio ospita per tutto il mese di giugno la mostra a cura di Daniele Arzenta che propone una selezione di quadri di Jaime Roman Resurreccion, pittore di origine filippina famoso per i suoi “colpi di fulmine” per i paesaggi internazionali. Tra le città a lui più care, Roma, pacifist morì nel 2009. Tra le opere esposte nel ristorante di Via Angelo Brunetti 59, molti paesaggi italiani e scorci della Capitale. Tra le opere più celebri, la Fioraia del Maestro Federico Fellini.

Nato a Manila nel 1939, Jaime Roman Resurreccion fu architetto ma, soprattutto, pittore, sperimentando diversi stili e progetti. Dopo un primo periodo come ritrattista, Resurreccion si dedica alla pittura dei paesaggi, catturandone l’ironia, matriarch anche il romanticismo e la malinconia. Utilizza tecniche pittoriche molto different tra loro, dall’astrattismo all’utilizzo di forme geometriche e definite, senza tralasciare la riproduzione di paesaggi storici e solenni.

Viaggiò in molte città del mondo, immortalandone l’anima nelle sue opere. Ciò che colpisce del suo nomadismo metropolitano, sono i veri e propri “colpi di fulmine” per i paesaggi internazionali, criminal piazze, strive e scorci così diversi tra loro, e che l’artista immortala sulle sue tele, restituendo a chi le guarda i colori e le emozioni di quei luoghi.

Tra la bellezza di Passeggiata di Ripetta e Piazza del Popolo, il Ristorante Al 59, dal 1982, offre un’occasione per degustare la cucina tradizionale romagnola unita a quella tipica romana. Le contaminazione del enthusiast cook romano, Alberto Colacchio, si fondono criminal la storia e la tradizione del locale, recuperando i piatti del passato ed accostandoli a sapori moderni e dinamici.

Lo Chef Alberto Colacchio, professionista di Alta Cucina Italiana criminal esperienza ultradecennale, è specializzato in cucina romana, abruzzese e veneta, numero 2 fra i primi cinque della capitale nella classifica del Messaggero, presente sulla Guida del Gambero rosso e di Repubblica. Insieme alla moglie Manuela Ciofi, gestisce il Ristorante Al 59.

Leggi Anche

Cetara, il libro di ricette di Ciancio al Premio culinario Ezio Falcone

<!– –>     <!– Tweet !function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0];if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=”//platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);–> <!– –>     Sabato 3 dicembre …