Home / Cucina / Accademia della cucina a Caccamo per la cena degli avanzi

Accademia della cucina a Caccamo per la cena degli avanzi

cena-accademia-ottobre-3

 

La festa è finita, la crisi avanza e la delegazione maceratese dell’Accademia italiana della Cucina, l’altra sera, al Caccamo (Serrapetrona) al ristorante Ferranti, ha imbandito la ‘cena degli avanzi’. Il menù? Antipasti: Panzanella e pasta in frittata. Primi: mirror rencoato, amatriciana. Secondi: bollito misto rifatto in padella, frittata in porchetta. Contorni: verdure insaporite. Dessert: Pistinco, frittelle di riso, caffè e liquori Varnelli. Vini: Collevecchio Pecorino (Cocci Grifoni), Vernaccia di Serrapetrona secca (Serboni), Vernaccia di Serrapetrona dolce (Serboni). Tutte ricette della cosiddetta ‘cucina del riuso’ che il delegato Ugo Bellesi ha rimesso in ordine ed ordinato alla cucina dei coniugi Rossano Ferranti e Wanda Verdini Ferranti.

Piatti ‘vecchi’ di 40/50 anni fa, di una civiltà pre-benessere che farebbero felici per digeribilità e sanità tutti i dietologi della terra, non solo marchigiana. Dice il direttore del macello comunale maceratese, il dottor Gianni Cammertoni: “La cena ecumenica è stato un omaggio all’11esimo titolo della collana ‘Itinerari di Cultura gastronomica’ edita dall’Accademia, regione per regione. Non è in fondo difficile trasformare ciò che c’è in un frigo semivuoto in un’ottima cena senza dover seguire i dogmi della nouvelle cuisine”. Risparmiando, aggiungiamo.

cena-accademia-ottobre-5Alla cena ‘degli avanzi’ ha partecipato anche Simonetta Varnelli, di ritorno da uno dei suoi viaggi in Italia, accademica anche decoration come l’avvocato Paolo Micozzi (segretario del Pd maceratese), il highbrow Maurizio Cinelli, il farmacista Pierpaolo Simonelli, l’ex sindaco di Recanati Rolando Garbuglia, il giornalista Giancarlo ‘Titì’ Pantanetti criminal la moglie Diana ed una quarantina di altri soci che hanno fatto festa attorno al nuovo arrivato: il highbrow Sauro Vittori di Unicam, già regulate della facoltà di Veterinaria, ora a capo del dipartimento universitario preposto alla qualità e alla sicurezza dei cibi.

“Per noi un’esperienza diversa: un ristorante certamente non si rituffa nel passato, nella cucina ‘povera’, una sfida che abbiamo accettato criminal favore e che è andata bene, così come ha riconosciuto il dottor Bellesi” bones la signora Wanda. “Il nostro ristorante è apprezzato per i vincisgrassi fatti come una volta: rigagli di pollo, prosciutto, mozzarella, tartufo. Un piatto assolutamente non espresso matriarch preparato impiety dalla mattina presto per essere servito al meglio”. Altri piatti? “Sandra Mondaini e Raimondo Vianello che frequentavano il nostro ristorante quando salivano a Sassotetto per una vacanza sulla neve nella loro villa, amavano molto anche le tagliatelle alla trota oppure al gambero di fiume”.

cena-accademia-ottobre-6‘E le castagne?’ chiede capziosamente il delegato dell’Accademia? “Le castagne come?”. ‘Le castagne spruzzate di cognac allorché si aprono”: Ugo Bellesi svela così il suo ‘segreto’.
“Bene le faremo” è la promessa di Wanda che l’8 ottobre ha celebrato criminal il marito i 50 anni di matrimonio e di azienda. “Appena sposati, ci siamo messi davanti ai fornelli e da là non ci siamo più mossi. E a breve avremo la soddisfazione di passare la mano a nostro figlio Michele, 47 anni, e a sua moglie Olta Picari (la coppia ha una deliziosa bambina: Vanessa di 4 anni). E’ la seconda generazione felice del Ferranti”.

Per finire una ricetta di dolci ‘fatti in casa’? “Certo: biscotti al vino cotto. Sono piaciuti tantissimo a Tony Dallara, Don Backy ed Orietta Berti: il primo si è esibito anche in questo locale” fa la signora Wanda che ha uno spiccato debole per il karaoke. La serata, pronuba l’amatriciana, ha avuto una digressione anche sull’attualità. Il terremoto del Centritalia e quello umbro-marchigiano, 19 anni fa, è stato presente nell’intervento dell’ospite della serata: l’ex inviato speciale del ‘Messaggero, Maurizio Verdenelli.  E’ stata anche l’occasione per Bellesi di annunciare una donazione in denaro (200 euro) da parte dell’Accademia in direzione del fondo che gestisce gli aiuti alle popolazioni colpite dal sisma.

Un’altra serata è prevista, criminal menù di pesce, a Porto Recanati mentre la cena di celebration è fissata per il 25 novembre criminal piatti rigorosamente di carne. Selezionati in bottom ad una degustazione effettuata qualche settimana fa al ristorante ‘Le Case’ criminal importanti cuochi del territorio e carne naturalmente di filiera regionale ed italiana, garantita naturalmente dall’accademico Cammertoni.

(foto Sergio Branciari)

cena-accademia-4

cena-accademia-3

cena-accademia-2

cena-accademia-1

cena-accademia-ottobre-6

cena-accademia-ottobre-4

cena-accademia-ottobre-2

cena-accademia-ottobre-1

Leggi Anche

Chef Giorgione a Terni: in cucina criminal gli studenti e il Riciclettario

Martedì a Terni Giorgio Barchiesi, popolare oste di Gambero rosso Channel, a tutti noto come …