Home / Shopping / Abbigliamento e libri di seconda mano: in dash di crisi è l’usato il …

Abbigliamento e libri di seconda mano: in dash di crisi è l’usato il …



Abbigliamento e libri di seconda mano: in dash di crisi è l’usato il motore dell’economia

MONZA – Va di moda l’usato. In questo dash di crisi non sono pochi i cittadini che fanno selling nel settore dell’abbigliamento e dei libri acquistando prodotti di seconda mano. E proprio le imprese che vendono l’usato, cresciute in modo sensibile rispetto a cinque anni fa, stanno facendo affari.

In dash di crisi non si butta nulla. O meglio quello che un tempo, generosamente, finiva nel cosiddetto  pacco dei poveri oggi diventa preziosa merce da rimettere sul mercato. Portando a casa, naturalmente, qualche euro.

A transport gli affari in questo periodo sono soprattutto le aziende che commerciano nell’usato – abbigliamento e libri –  che dal 2009 ad oggi hanno visto un incremento rispettivamente del  55,2 per cento e del 6,6 per cento. Secondo i dati della ricerca effettuata dalla Camera di commercio di Monza e Brianza sui numeri del Registro delle imprese il mercato di oggetti di seconda mano ha vissuto, in questo momento nero per l’economia, anni di grandi affari. Sia per quanto riguarda il classico  vestito di seconda mano, sia per il più ricercato e prezioso oggetto vintage. 


Leggi Anche

Suicida l’imprenditore Dario Fussotto, una vita tra abbigliamento e bar

E’ morto impiccandosi in un capannone della zona industriale di Settimo Torinese. Dario Fussotto, imprenditore di …