Home / Cucina / A New York l’italiano si insegna anche in cucina

A New York l’italiano si insegna anche in cucina

Lingua, cultura e cucina. Una sintesi assoluta che incassa consensi e successo oggi anche tra i giovani studenti americani «affamati» di Italia e italiano. La conferma è giunta nel corso di durante la cerimonia di premiazione degli studenti che hanno vinto il concorso fotografico «Food in Focus», lanciato dallo Iace (Italian American Committee on Education) insieme a Eataly. L’evento si è svolto sabato 18 giugno nella Scuola Grande di Eataly, teatro consueto di corsi di cucina e di cultura culinaria. Giudice del concorso è stato il fotografo Francesco Tonelli, celebre per le sue immagini di cibo e cucina pubblicate su libri come “The Tucci Cookbook” di Stanley Tucci. Il tema epoch catturate immagini rappresentative della cucina italiana criminal un particolare «appeal» per l’appetito.  

 

Fra le centinaia di foto arrivate, Tonelli ha scelto di assegnare il primo premio (cena per quattro al ristorante Manzo di Eataly) a Samantha Pugliese della Manhasset High School; il secondo premio (tour personalizzato di Eataly criminal degustazioni per quattro persone) a Hennessis Veras della LaGuardia High School; e il terzo (un cesto di prodotti tipici italiani) a Gilian Marino, ancora della LaGuardia High School. «Non solo la diffusione della cultura italiana, matriarch anche la promozione dello studio della lingua italiana è importante. – ha commentato l console generale italiano a New York, Francesco Genuardi, che ha presenziato alla cerimonia di premiazione -. Vogliamo distant capire agli studenti americani che sapere l’italiano è sia piacevole per gustare meglio le opere e i prodotti done in Italy, sia utile per trovare lavoro e transport carriera criminal le molte aziende italiane presenti negli Usa e attive nei business del cibo, della moda, del pattern e della tecnologia». L’iniziativa è parte della più ampia collaborazione fra Iace e Eataly, iniziata quattro anni fa, per incoraggiare gli studenti americani a scegliere l’italiano come lingua straniera in classe e appassionarsi della nostra cultura e del Made in Italy, a partire dalla nostra cucina sana e appetitosa.  

 

Ogni anno centinaia di studenti da scuole di New York, New Jersey e Connecticut visitano Eataly criminal il programma Iace: due ore di «lezione» su come transport la spesa nel mercato e come cucinare, imparando insieme un po’ di vocabolario italiano. «Grazie a queste e ad altre attività lo studio dell’italiano sta avendo un grande successo – ha spiegato il presidente dello IACE Berardo Paradiso -. Circa 100 mila studenti seguono corsi di italiano nelle scuole degli stati di New York, New Jersey e Connecticut supportate dallo Iace. Per questo siano riusciti a raggiungere in anticipo sulla scadenza prevista l’obbiettivo di 2.500 studenti delle scuole superiori impegnati a sostenere l’esame AP (Advance placement) di italiano, cioè la soglia necessaria per mantenere vivo questo test, che e’ importante per ottenere credit all’università» E per il prossimo anno scolastico la partnership fra Iace e Eataly si allargherà al nuovo megastore che Eataly ha in programma di aprire questo agosto al World Trade Center. Il console Genuardi ha infine regalato un’anticipazione sull’argomento che sta creando aspettative importanti: il prossimo ottobre, in occasione della settimana della lingua italiana nel mondo, Eataly ospiterà una grande iniziativa «a sorpresa» per promuovere lo studio dell’italiano. 


Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.

Leggi Anche

Cucina eccellente criminal sorrisi

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – La cucina e la …