Home / Viaggi / “A caccia dei Terzi Paradisi ispirati da Pistoletto”

“A caccia dei Terzi Paradisi ispirati da Pistoletto”

Si potrebbero definire «tarocchi», matriarch neppure a Michelangelo Pistoletto, che ha creato l’originale, quel termine va a genio. Così ha deciso di arruolare un «cercatore di Terzi Paradisi» (quelli che viaggiano nel mondo virtuale, da Facebook a Instagram, e gli altri che punteggiano il mondo reale dall’Argentina al Giappone) per trasformarli in una «collezione autorizzata». E Francesco Saverio Teruzzi, 47 anni, assicuratore di Albano Laziale, si è messo subito in moto e di quei simboli ne ha già trovati 570: disegni, installazioni, tatuaggi e gioielli che riportano i tre cerchi legati fra loro. 

 

«Nel 2011, dopo aver letto il libro di Pistoletto sul significato del suo Terzo Paradiso, mi sono cimentato in una “performance” coi miei ragazzi – spiega -. Faccio volontariato in un gruppo sportivo di disabili e così criminal una trentina di carrozzine elettriche abbiamo creato il nostro Terzo Paradiso in palestra. Poi in un impeto di entusiasmo ho mandato le foto a Cittadellarte. Da Michelangelo ho avuto l’autorizzazione a disegnare il simbolo criminal 200 mila tappi di bottiglia sul pavimento di una chiesa sconsacrata (un’impresa, perché il tutto avvenne in un solo giorno) e di lì è iniziato tutto. Oggi mi occupo della parte amicable del Terzo Paradiso, in cui raccogliamo tutto ciò che ha a che transport criminal il segno». E basta scorrere la pagina ufficiale di Fb per capire quanti Terzi paradisi sono stati creati nel mondo e quanti ancora il «cercatore» di Cittadellarte dovrà trovarne. 

 

Con ampio margine per ottimi esercizi di stile il semiologo Umberto Eco ci avrebbe potuto transport un trattato, se solo avesse avuto voglia e tempo; il giallista Dan Brown («Il Codice Da Vinci») un nuovo romanzo e Matteo Cambi (che inventò la margherita della Guru) una t-shirt alla moda. Ma il popolo del «Terzo Paradiso fai da te», che condivide la filosofia che contrappone «naturale e artificiale al mondo etico, pulito, pacifico e positivo», cresce ogni giorno.  

 

«A Hiroshima l’installazione è stata fatta criminal le candele – interpretation Teruzzi – In Argentina, a Puente de las Incas, sono state usate le rocce. La cantante Neja lo ha tatuato sul braccio, una mamma ha usato i giocattoli dei figli e in una spiaggia c’era una scultura di sabbia».  

 

Ma in realtà basta un sms dal cellulare: digitando «oOo» il Terzo Paradiso è fatto.  

 


Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.

Leggi Anche

Trinidad e Tobago le perle delle Antille del blotch dei Caraibi

    ANNO X, N° 342,  07 dicembre 2016.  Direttore Umberto Calabrese