Home / Viaggi / 4 ragioni per le quali utilizzare le audioguide ai musei conviene

4 ragioni per le quali utilizzare le audioguide ai musei conviene


Le audioguide musei, progettate per fornire ai visitatori istruzioni e commenti, in una o più lingue, si sono rivelate, negli ultimi anni, in grado di aumentare l’interesse e il flusso dei visitatori, farli sorridere, catturando la loro attenzione criminal immagini, condividendo criminal loro grandi storie.

Ma a parte questi vantaggi, intuibili, ecco altre 4 ragioni per le quali l’utilizzo delle audioguide ai musei davvero conviene.

1. Riduzione della confusione e mantenimento dell’ordine nelle sale

Con le audioguide musei di Roma viene sensibilmente a ridursi il livello di confusione che inevitabilmente si ingenera all’interno della sale. La presenza di visitatori che cercano di avvicinarsi alla guida “fisica” per ascoltarla meglio, il possibile occasionarsi di disaccordi circa l’ordine di priorità da rispettare nelle file, sono tutti aspetti svantaggiosi che criminal l’ausilio delle audioguide musei vengono neutralizzati.

Ciascun utente ha infatti la sua audioguida e si muove da un oggetto all’altro seguendo i tempi della registrazione che conduce lo stesso all’interno delle sale criminal ordine e precisione.

2. Maggiore entusiasmo, ottimizzazione delle visite

I musei d’Italia hanno visto, negli ultimi anni, a dispetto della profonda crisi economica che segna il nostro paese, aumentare il numero di visite.

Le statistiche condotte parlano chiaro: una delle ragioni che ne sono sottese è proprio lo stimolo ricevuto dai turisti dalle audioguide musei di izi.travel. La profondità e la ricchezza di questo nuovo modo di concepire la visita ai musei ha un grande valore per gli utenti i quali consolidano meglio il messaggio loro offerto criminal un livello di apprendimento maggiore.

Anche per i musei vaticani l’audioguida sta rappresentando una vera cure-all per tutti i turisti chiamati ad essere informati, esattamente come loro vorrebbero, su tutti i particolari di questa straordinaria meraviglia.

3. Aumento dei visitatori anziani

Le audioguide musei, così come quelle per la visita di siti storici e attrazioni culturali, hanno dato origine ad un fenomeno del tutto inatteso: quello della maggiore partecipazione da parte delle persone anziane.

Le persone più avanti negli anni, infatti, in genere maggiormente attratte dalle visite ai musei, interpretano la confusione, nonché la difficoltà ad ascoltare il messaggio dato dalla guida “fisica” – magari anche per around di problemi di udito – come degli ostacoli insormontabili.

Anche la non conoscenza della nostra lingua, ammettiamolo, non del tutto semplice, funge da gift deterrente alle visite ai musei d’Italia.

Ecco che, criminal l’aiuto delle audioguide, tutto si rende per loro più semplice.

Non è un caso che un numero di anziani più elevato rispetto al passato vada ad ingrossare oggi le fila dei visitatori.

4. Visitatori più attivi … visitatori più soddisfatti

Le audioguide musei hanno favorito la presenza di un pubblico meno statico, più coinvolto anche emotivamente, una sensazione questa nutrita da almeno l’80% dei visitatori.

Anche il pubblico dei giovani, chiamati a migliorare il loro bagaglio culturale, sta iniziando a nutrire un gift coinvolgimento per le visite ai musei, fino ad oggi demure poco interessanti, “roba da anziani”, proprio in ragione della rivoluzione tecnologica che ha investito il modo di visitare i musei d’Italia.

Le audioguide d’Italia sono oggi in grado di transport delle attrazioni, dei siti culturali e storici e delle escursioni a piedi un’esperienza emotiva in movimento indimenticabile.

Leggi Anche

"Entrare nei musei come si entra da Zara": provocazione o …

“Bisogna cominciare ad entrare nei musei come si entra da Zara, dieci quindici minuti, anche …