Home / Sessualità / 10 libri scovati al Salone del Libro su erotismo, sessualità, piacere

10 libri scovati al Salone del Libro su erotismo, sessualità, piacere

Ecco la mia selezione di 10 libri che trattano l’erotismo, la sessualià, il piacere facendo crollare pregiudizi, stereotipi e false convinzioni una pagina alla volta. Con la speranza che

Un giorno, tutto questo
sarà sulla bocca di tutti.

 

Dallo scaffale ‘L’educazione sessuale che avrei voluto’, 3 testi dei quali non si può vivere (bene) senza.

Il libro della vagina. Meraviglie e misteri del sesso femminile.

Nina Brochmann, Ellen Støkken Dahl. (Sonzogno di Marsilio Edizioni, 2018)

Questo testo amichevole ed esaustivo è una luce guida che illumina l’organo straordinario che le donne hanno tra le gambe dando una risposta onesta e scientificamente aggiornata a tutti i dubbi, gli interrogativi, le false credenze e le lacune che incombono sul sesso femminile.
Il libro della Vagina è stato presentato per la prima volta in Italia al Salone del libro ed è scritto da due studentesse norvegesi di Medicina che si sono conosciute infilando preservativi su peni di polistirolo bianco mentre giravano per la loro nazione a diffondere educazione sessuale tra professioniste del sesso, adolescenti e rifugiate. Quando hanno capito che non sarebbero mai riuscite a rispondere personalmente a tutte le domande che ricevevano durante i loro interventi, nel 2015, hanno lanciato il blog Underlivet (in italiano zona genitale) che è presto diventato una fonte nazionale di riferimento sulla salute sessuale femminile. Sull’onda del successo, è nato questo libro, che risponde alle domande che neanche sapevamo potessimo porci su anatomia, verginità, mestruazioni, orgasmo, contraccezione, prevenzione delle malattie. Il libro della Vagina è un invito per tutte le ragazze e le donne ad esplorare e conoscere il proprio corpo per vivere una vita sessuale sana e felice e una lettura indispensabile per tutti quelli che hanno – e che hanno a che fare con – una vagina.

Se vi siete persi la presentazione (come me, sigh), qui c’è il link.

L’orgasmo è un fenomeno favoloso e spettacolare. Si differenzia dal noioso lavoro di manutenzione quotidiana che il corpo compie per mantenerci in vita.

 

 

Il frutto della conoscenza

Liv Strömquist (Fandango libri, 2017)

Il frutto della conoscenza è una storia a fumetti che chiama in causa Adamo ed Eva, l’inventore dei cereali Kellogg’s, la Bella Addormentata, Freud, oltre a vari medici, pensatori, sessuologi, religiosi, per fare a pezzi teorie stantie e convinzioni diffuse e riportare il buonsenso nella conoscenza del corpo delle donne e dei genitali femminili. è un viaggio temporale e culturale inaspettato e irriverente che racconta la percezione sociale dell’organo femminile attraverso un mosaico di illustrazioni, fotografie e caratteri, rimbalzando tra un caustico bianco e nero e il colore.
Con ironia e intelligenza affronta temi come lo stigma delle mestruazioni, l’orgasmo, il binarismo di genere, l’intersessualità.

 

Corpi Impuri. Il tabù delle mestruazioni.

Marinella Manicardi (Odoya, 2017)

Le mestruazioni sono ancora vissute dalle donne come una scocciatura, se non un’imbarazzante vergogna, e dall’altra metà di umanità come un’innominabile e rivoltante tabù, una macchia rossa sulla cultura e la percezione del corpo della donna e del sesso femminile.
Questo libro è il tentativo di ripulire le mestruazioni da bizzarre superstizioni, false credenze, dogmi strampalati e imbarazzi inutili che, nel corso dei secoli, scienza e religione hanno gettato sull’argomento. Con tono ironico e leggero, senza pudori, esplora il tema delle mestruazioni attraverso storia, arti, costume e società, ripercorrendo le scoperte scientifiche relative all’anatomia femminile, la storia sociale dell’assorbente e della contraccezione.
Il libro è edito da Odoya, casa editrice che ha portato in Italia testi sacri in tema di sessualità come Lei viene prima, la guida al piacere femminile dove “la lingua è più potente della spada”, In principio era il sesso e La zoccola etica, eletto a bibbia indiscussa del poliamore.

Cacciata di Adamo
ed Eva dal Paradiso.
“Tu, Adamo, pagherai con
il sudore della tua fronte.
E tu, Eva, con il sangue…
ma in comode rate mensili!”

 

Living Fleshlight

Ariase Barretta. (Meridiano zero, 2018)

Romanzo fresco di stampa con trama distopica che propone un presente crudele e affascinante.
L’obiettivo del Protocollo Thomson è semplice: l’eliminazione fisica di tutte le donne dalla società. Solo quelle più belle sono tenute in vita, per essere trasformate in fleshlight, giocattoli umani destinati alla soddisfazione sessuale degli uomini.
Alle prescelte vengono amputate braccia e gambe, asportati gli organi riproduttivi, denti e corde vocali.

La esplorò lentamente con due dita, la accarezzò ed ebbe l’impressione di toccare un essere alieno, un mollusco, un essere dotato di vita propria intrappolato lì tra i due monconi di carne.

 

Il Matrimonio di Chani Kaufman

Eve Harris (LiberAria, 2016)

Londra, 2008. Baruch è un ventenne obbediente e religioso che studia appassionatamente la Torah rendendo la sua famiglia orgogliosa, almeno fino al giorno in cui annuncia di voler sposare Chani, giovane appartenente a una famiglia molto religiosa ma povera. Chani vive con frustrazione gli obblighi della comunità ultraortodossa che reprime la sua curiosità e la spinge a sistemarsi con un buon partito il prima possibile. Determinati, innamorati, coraggiosi e rivoluzionari, decidono di sposarsi.

Il Matrimonio di Chani Kaufman racconta gli attimi che precedono l’unione di Chani e Baruch,  uniti nella sfida dei tabù, delle convenzioni più dure e intransigenti della comunità e dei pregiudizi dei genitori, mentre in loro si accende la voglia di scoprire come dover affrontare l’uno il corpo dell’altra, soffocando pulsioni e desideri.

Per i giovani sposi la sessualità è un territorio inesplorato da navigare facendosi strada tra dubbi e paure, in cui canalizzare l’amore coltivato durante una manciata di timidi incontri, di poche parole, precedenti al matrimonio e gli insegnamenti della Rebbetzin, la moglie del rabbino, incaricata di preparare la giovane donna alla prima notte di nozze e insegnare come si diventa una brava sposa ebrea.

Attraverso la finestra aperta sul microcosmo di amore e scoperta di Chani E Baruch, Il Matrimonio di Chani Kaufman spalanca le porte brucianti segreti della comunità ebraica.

Lui si perse in un mare chiamato Chani. Trascinato dalle sue labbra morbide e sottili e dalla pelle vellutata, la baciò, leccò, accarezzò, toccò, annusò ed esplorò. Diventò tutto dita, bocca e lingua.

 

Fantasie di stupro.

Margaret Atwood (Racconti edizioni, 1977)

Presentato al BookPride in una nuova versione, torna disponibile in Italia Fantasie di Stupro, una raccolta di racconti controversi di Margaret Atwood, autrice de Il racconto dell’Ancella, il romanzo distopico che ha ispirato l’omonima e pluripremiata serie tv, The Handmaid’s Tale.

Fantasie di stupro è una geografia di corpi, esistenze e sentimenti del femminile: le protagoniste di questi racconti sono tutte donne, problematiche, irrisolte e tutto fuorché perfette. Nel racconto che dà il titolo alla raccolta quattro amiche a pranzo conversano sull’ossessione dei settimanali rosa per gli stupri.

La raccolta esplora i desideri, i paradossi e i dilemmi che avvolgono come una rete insidiosa la donna contemporanea nella sua lotta per recidere i legami sociali ed emotivi che la imprigionano. è una galleria di ritratti talvolta amari e taglienti, talvolta ironici e dissacranti dell’universo femminile

Nelle mie fantasie finisce sempre che mi dispiace per lui, insomma, dev’esserci qualcosa che non va in loro.

 

Amore privato

Giulia Gennaro (MdS Editore, 2015)

Amore privato è un viaggio nelle menti torbide e nei sentimenti agitati dei due protagonisti: una principessa di quasi vent’anni e un orco di poco meno di cinquanta. Diversi fino al punto di somigliarsi, vengono presi in ostaggio da un’attrazione folle e violenta, da un amore insidioso e straniante che li obbliga a esplorare territori di sé fino ad allora sconosciuti. Nella valigia di chi intraprenderà questo viaggio ci sono musica e poesia, immensa gioia e profondo dolore, luce e buio, ma soprattutto favole che vanno a braccetto con la realtà, nelle quali tutti possono trovare una piccola ombra che somiglia alla forma dei loro desideri.

Il problema era che lei non se ne sarebbe fatta nulla di un bravo ragazzo. Non lo voleva. Lei non voleva nessun altro. Quel che voleva era solo il suo orco, a costo di sputare sangue.

 

Killing Stalking

Koogi (J-Pop, 2017)

Killing Stalking è un webcomic coreano pubblicato a puntate dall’editore online Lezhin nel 2016 e pensato per esistere solo sul web. L’Italia è stato il primo Paese al mondo a pubblicare un’edizione cartacea in volumi di Killing Stalking, adattata da J-pop.

Violento sia graficamente che psicologicamente, racconta la storia di Bum Yoon, un giovane gracile ed emarginato che, ossessionato da un ragazzo incontrato all’università, ma troppo tormentato per fare la prima mossa, decide di introdursi di nascosto in casa dell’oggetto del suo desiderio… scoprendone il vero, crudele volto e diventandone (volontariamente?) prigioniero. Ha inizio un gioco spietato tra vittima e carnefice, amore e morte.

Non solo il fumetto è un lavoro di una giovane autrice coreana, ma è anche un successo internazionale molto popolare tra il pubblico femminile. Killing Stalking fa parte del genere Boy’s Love, manga omoerotici nati in Giappone, scritti da donne per altre donne.

 

Per chiudere in bellezza, due rarezze della specificità regionale italiana, in ordine di collocazione geografica, da Nord a Sud.

 

Ciupa ciupa. Le avventure piccanti di Teresina e Baldo Pautasso

Nico Ivaldi (Editrice Il Punto – Piemonte in Bancarella, 2015)

A noi ci piace farlo così è il titolo scritto a biro nera sulla prima pagina di un quaderno trovato da una coppia di amici nella baita isolata di montagna che li ha ospitati riparandoli dopo che una bufera di neve aveva inchiodato la loro Multipla azzurra. Il diario, scritto con autentica semplicità e arricchito da disegni espliciti, racconta gli appetiti di una coppia piemontese che ha trovato in una sensualità casalinga, e qualche volta goffa, l’ingrediente principale per trascorrere con serenità tutta la vita insieme. Teresina e Baldo esplorano, qualche volta senza volerlo, le frontiere di un “rotismo” esuberante e complice, mai volgare e pornografico.
Colorata da intercalari folcloristici e storpiature dialettali delle lingua italiana, la lettura scorre tra caratteri grandi e illustrazioni maliziose che strappano un sorriso.

Era la posizione giusta. Ci sentivamo dei “puciu”, guardavamo il mare davanti a noi e ci sembrava tutto una meraviglia.

 

Momenti erotici della poesia napoletana

A cura di Giuliano Longone e Stelio M. Martini (Marotta Cafiero, 2006)

L’incontro con questo libro è stato un appuntamento al buio: giaceva sul tavolo di uno stand connotato dall’enorme scritta Editoria terrona, avvolto in una carta rosso passione che recitava – Erotico esagerato! “Tra tutte le aberrazioni sessuali, forse la più bizzarra è la castità”. Aggiungeteci il vino made in Scampia offerto dai ragazzi dello stand e capirete che non potevo andare via senza.
Momenti erotici della poesia napoletana è un’antologia di poesie anonime, giocata sul tema dell’erotismo, scritte in vernacolo napoletano da poeti noti e meno noti.
‘L’eros rimanda alla donna, o meglio, alle immagini di donne che nel tempo sono emerse dal fondo del desiderio. Tra cielo e inferno, prodotto di angeliche rappresentazioni o di meno platoniche immagini, il poeta si interpone nel labirinto del corpo e fa defluire la passione per un ricordo svaporato o per una presenza grandangolare e al centro la donna dalle incognite sempre irrisolte.’

Ma è meglio a scarta’ lettere,
o a farse ‘na chiavata?

Leggi Anche

Francesca Fagioli: I ragazzi di oggi, una generazione matura

«Prima ancora degli psichiatri, sono gli artisti e i poeti che ci raccontano di quel …